Salute mentale

Aiutare le persone che hanno attacchi di panico •

Attacco di panico o attacco di panico è una tremenda ondata di ansia e paura. Il tuo cuore batte forte e non riesci a respirare. Nella maggior parte dei casi, gli attacchi di panico colpiscono improvvisamente, senza alcun preavviso. Spesso, non c'è una ragione chiara per cui si è verificato l'attacco. In effetti, questa ondata di panico paralizzante può verificarsi mentre ti rilassi o dormi la notte.

Gli attacchi di panico possono verificarsi solo una volta nella vita, ma molte persone devono vivere la propria vita nella paura che gli attacchi di panico possano ripresentarsi all'improvviso. Gli attacchi ricorrenti sono generalmente innescati da una situazione specifica, come attraversare la strada o parlare in pubblico, specialmente se tali situazioni hanno portato ad attacchi precedenti o se la persona ha una fobia per le situazioni che scatenano gli attacchi di panico. Di solito, una situazione che induce al panico è quella in cui ti senti minacciato dal pericolo e non puoi scappare.

Quali sono i segni e i sintomi di un attacco di panico?

Una persona che ha un attacco di panico può credere di avere un attacco di cuore o di impazzire, persino morire. La paura e il terrore che la persona prova, se visti dagli occhi degli altri che lo vedono, sono sproporzionati rispetto alla situazione reale e possono essere completamente estranei a ciò che sta accadendo intorno a lui.

La maggior parte delle persone che soffrono di attacchi di panico può presentare i seguenti sintomi:

  • Mancanza di respiro o respiro superficiale e affrettato
  • Palpitazioni cardiache (palpitazioni cardiache)
  • Dolore toracico o fastidio al torace
  • Tremante o tremante
  • La sensazione di soffocamento o i 6 tipi più elementari di pronto soccorso che devi padroneggiare
  • Sentirsi separati dalla realtà e dall'ambiente circostante
  • Sudorazione o freddo
  • Nausea o mal di stomaco
  • Vertigini, stordimento o svenimento
  • Sensazione di intorpidimento o formicolio alle braccia e alle dita
  • Vampate di calore o freddo (aumento/abbassamento improvviso della temperatura corporea, nella zona del torace e intorno al viso)
  • Paura di morire, perdere il controllo del corpo o impazzire

Gli attacchi di panico sono generalmente brevi, durano meno di 10 minuti, anche se alcuni sintomi possono durare a lungo. Le persone che hanno avuto un attacco di panico hanno un rischio maggiore di avere un altro attacco rispetto a coloro che non hanno mai avuto un attacco simile prima.

La maggior parte dei sintomi di un attacco di panico sono caratteristiche fisiche e spesso questi sintomi sono così gravi che gli altri intorno a loro pensano di avere un attacco di cuore. In effetti, molte persone visitano ripetutamente il medico o il pronto soccorso nel tentativo di ottenere un trattamento per quella che pensano sia una condizione critica e pericolosa per la vita quando in realtà lo è. attacco di panico. Sebbene sia importante escludere ancora possibili cause mediche di sintomi come palpitazioni o problemi di respirazione, gli attacchi di panico sono spesso trascurati come una potenziale causa.

Cosa fare quando si aiuta qualcuno che ha un attacco di panico?

Se sei con qualcuno che sta avendo un attacco di panico, potrebbe diventare molto ansioso e irrequieto e non può pensare con lucidità. Anche se può essere spaventoso guardare un episodio di un attacco di panico, puoi aiutarlo facendo quanto segue:

  • Rimani calmo e stai con la persona durante l'attacco di panico. Contrastare gli attacchi può peggiorare le cose.
  • Se è in mezzo alla folla, portalo in un posto tranquillo.
  • Non dare per scontato ciò di cui ha bisogno, ad esempio “Hai bisogno di acqua? Droga? Vuoi sederti?" Chiedi direttamente "Dimmi di cosa hai bisogno".
  • Se ha farmaci per i suoi attacchi di panico, offriglieli immediatamente.
  • Parlagli con frasi brevi e semplici.
  • Evita tutti i fattori di distrazione che sembrano sorprendenti o preoccupati.
  • Guida la persona a rimanere concentrata chiedendogli di fare semplici attività ripetitive, come alzare entrambe le mani sopra la testa.
  • Guidalo a ripristinare la respirazione, invitandolo a respirare lentamente contando fino a 10 lentamente.

A volte, dire l'unica cosa giusta può aiutare la vittima a superare bene l'attacco. Quando parli con la persona, potresti voler offrire alcune parole di supporto. Dire loro che questo attacco passerà presto o che ti senti orgoglioso di loro per aver superato questo calvario: può essere molto utile. Oppure puoi rassicurarlo dicendo che capisci che i suoi attacchi di panico lo spaventano davvero, ma che non gli fanno male.

Seguendo le semplici linee guida di cui sopra, puoi:

  • Riduci il livello di stress della persona, oltre che su te stesso
  • Evitare che la situazione peggiori
  • Aiuta a restituire un po' di controllo alla persona in una situazione orrenda

E se io stesso ho un attacco di panico?

Quando hai tu stesso un attacco di panico, cerca di scoprire cosa ti sta causando il panico e sfida la paura. Puoi raggiungere questo obiettivo ricordando costantemente a te stesso che ciò che temi non è reale e passerà rapidamente.

Molte cose possono annebbiarti la mente durante un attacco di panico, ad esempio pensare alla morte o al disastro. Distrai questi pensieri negativi concentrandoti su immaginazioni positive. Pensa a un luogo o una situazione che ti fa sentire tranquillo e sereno, rilassato e rilassato. Una volta proiettata l'immagine nella tua mente, cerca di focalizzare la tua attenzione sull'immaginazione. Questo trucco può aiutarti a distogliere la mente dalla situazione che induce al panico e ad alleviare i sintomi.

Tuttavia, a volte il pensiero positivo può essere una sfida, soprattutto se sei abituato a pensare negativo da molto tempo. La visualizzazione creativa è una tecnica che richiede pratica, ma potresti gradualmente vedere cambiamenti positivi nel modo in cui pensi a te stesso e agli altri.

Cosa succede se un attacco di panico viene lasciato in pace?

Se non trattati, gli attacchi di panico possono portare ad altri problemi psicologici, come i disturbi d'ansia, e possono persino farti ritirare dalle normali attività. Gli attacchi di panico sono una condizione curabile, di solito con strategie auto-aiuto o una serie di sessioni di terapia, come la terapia cognitivo comportamentale.

I farmaci possono essere usati per controllare o ridurre temporaneamente alcuni dei sintomi di un attacco di panico. Tuttavia, i farmaci non possono trattare o affrontare la radice del problema. I farmaci possono essere utili nei casi più gravi, ma non dovrebbero essere l'unica via d'uscita dal trattamento. I farmaci sono più efficaci se combinati con altri trattamenti, come la terapia e i cambiamenti dello stile di vita, che prendono di mira la causa dell'attacco di panico.

LEGGI ANCHE:

  • Cosa fare quando si aiutano le persone con epilessia
  • Che cos'è uno psicopatico e in cosa è diverso da un sociopatico?
  • La 'sovrapposizione' è davvero dovuta al disturbo degli animi?