genitorialità

Integratori di ferro per bambini, è sicuro da consumare?

La mancanza di assunzione di ferro può causare anemia nei bambini. Questa condizione è caratterizzata da pelle pallida, corpo facilmente stanco, mancanza di appetito, maggiore predisposizione alle malattie e comparsa di problemi di crescita e sviluppo. Non sono pochi i genitori che finalmente fanno prevenzione fornendo integratori di ferro ai bambini. Tuttavia, è sicuro somministrare integratori di ferro ai bambini nel loro periodo di sviluppo?

È ora di dare a tuo figlio un integratore di ferro?

Questa è la prima domanda che dovresti fare prima di dare integratori di ferro al tuo piccolo. A meno che l'accesso all'assunzione di ferro non sia limitato, puoi effettivamente soddisfare le esigenze di questo minerale dandogli una varietà di cibi ricchi di ferro, ad esempio:

  • carne rossa, pollo
  • fegato e altre frattaglie
  • pesce e crostacei
  • verdure verde scuro come spinaci e broccoli
  • fagioli e legumi
  • cereali o altri alimenti che sono stati fortificati con ferro

Gli alimenti consumati quotidianamente dovrebbero idealmente essere in grado di fornire abbastanza ferro in modo da non dover dare integratori di ferro ai bambini.

Inoltre, è necessario fornire anche frutti ricchi di vitamina C, come arance, fragole e pomodori. Perché la vitamina C aiuta ad aumentare l'assorbimento del ferro.

Evita di somministrare il tè perché riduce l'assorbimento del ferro. Finché il tuo piccolo segue una dieta variata e nutrizionalmente equilibrata, non devi preoccuparti della possibilità di anemia dovuta alla carenza di ferro.

Chi è a rischio di carenza di ferro?

La maggior parte dei bambini può soddisfare il proprio fabbisogno di ferro attraverso il cibo. Tuttavia, alcune condizioni possono limitare l'assunzione di ferro nei bambini in modo che siano più inclini all'anemia. Questo è ciò che di solito si cela dietro la fornitura di integratori di ferro per i bambini.

Esempi sono i bambini nati prematuramente, hanno un basso peso alla nascita o sono nati da madri carenti di ferro. Questo può peggiorare se il bambino soffre di alcune malattie che ostacolano l'assorbimento dei nutrienti, come malattie intestinali o infezioni croniche.

La dieta dei bambini contribuisce anche all'adempimento del ferro. I bambini che hanno la tendenza a mangiare schizzinosi o seguono una dieta vegana, ad esempio, sono un gruppo incline alla carenza di ferro perché le loro scelte alimentari sono più limitate.

Un altro fattore che spesso manca ai genitori è la pubertà. Durante questo periodo, i bambini sperimentano uno scatto di crescita in modo che anche i loro bisogni nutrizionali aumentino. In effetti, le ragazze sono più suscettibili perché hanno il ciclo almeno una volta al mese.

Per questo motivo, per diagnosticare la carenza di ferro e l'anemia sideropenica, sono necessari esami del sangue. Accademia americana di pediatria raccomanda che ogni bambino venga sottoposto a esami del sangue per condizioni di anemia sideropenica all'età di 9 mesi e 12 mesi, e per coloro che hanno fattori di rischio è necessario un riesame in età successiva.

Cose da considerare quando si somministrano integratori di ferro ai bambini

Non somministrare integratori di ferro ai bambini senza consiglio medico. Se sei preoccupato per la salute del tuo bambino, consulta il tuo pediatra e controlla regolarmente le sue condizioni. In questo modo, il medico può consigliare ulteriori test o raccomandare l'assunzione di integratori di ferro, se necessario.

Esistono varie forme di integratori di ferro per bambini, ovvero gocce, sciroppo, compresse masticabili, gelatina e polvere. Seguire le istruzioni per l'uso elencate sulla confezione o come indicato dal medico. Sulla base delle raccomandazioni dell'Associazione Pediatra Indonesiana, il dosaggio raccomandato di integratori di ferro per i bambini è il seguente:

  • Bambini di basso peso alla nascita: 3 mg/kg/giorno, somministrati da 1 mese a 2 anni di età
  • Bambino a termine: 2 mg/kg/die, somministrati da 4 mesi a 2 anni di età
  • Bambini dai 2 ai 5 anni: 1 mg/kg/giorno, somministrato 2 volte/settimana per tre mesi consecutivi ogni anno
  • Bambini da >5 anni a 12 anni: 1 mg/kg/giorno, somministrato 2 volte/settimana per tre mesi consecutivi ogni anno
  • Ragazzi dai 12 ai 18 anni: 60 mg/die, somministrati 2 volte/settimana per tre mesi consecutivi ogni anno

Il consumo di integratori di ferro può causare effetti collaterali sotto forma di dolore addominale, cambiamenti nel colore delle feci, stitichezza. Tuttavia, dare integratori di ferro ai bambini è ancora sicuro purché il dosaggio sia conforme alle disposizioni. Per tenere il tuo bambino lontano dall'anemia da ferro e dalle sue complicanze, non dimenticare di integrare la sua assunzione giornaliera con una varietà di alimenti con un'alimentazione equilibrata.

Vertigini dopo essere diventato genitore?

Unisciti alla comunità dei genitori e trova le storie di altri genitori. Non sei solo!

‌ ‌