Medicinali e integratori

Effetti delle droghe sul cervello: dalla cecità ai danni ai nervi

Devi aver sentito parlare molto dei pericoli posti dall'abuso di droghe. Dei molti effetti causati, sapevi che l'uso di narcotici, psicotropi e altre sostanze che creano dipendenza può influenzare il lavoro del cervello che funziona come centro di controllo del corpo? Di conseguenza questo influenzerà tutte le funzioni del tuo corpo. Quindi, quali sono gli effetti dei farmaci sul cervello?

Gli effetti dei farmaci sul cervello di cui dovresti essere consapevole

Manipolare sentimenti, stati d'animo e comportamenti

Poiché le droghe influenzano il lavoro del cervello, le droghe possono cambiare l'umore, il modo di pensare, la consapevolezza e il comportamento di chi le indossa. Ecco perché i narcotici sono chiamati sostanze psicoattive. Ci sono diversi tipi di effetti dei farmaci sul cervello, come l'inibizione del lavoro del cervello, che è chiamato depressivo, questo ridurrà la coscienza in modo che insorge la sonnolenza. Esempi sono gli oppioidi come l'oppio, la morfina, l'eroina, la petidina), i sedativi (sedativi e ipnotici) come le pillole BK, Lexo, Rohyp, MG e alcol.

Le droghe colpiscono la parte del cervello responsabile della "vita" dei sentimenti, chiamata sistema limbus. L'ipotalamo come centro del piacere nel cervello fa parte del sistema limbus.

Stimola l'eccessivo lavoro cerebrale

I farmaci possono anche stimolare il lavoro del cervello o quello che spesso viene chiamato stimolante, in modo che si crei una sensazione di freschezza ed entusiasmo, aumenti la fiducia in se stessi e le relazioni con le altre persone diventino intime. Tuttavia, questo può causare l'incapacità di dormire, l'irrequietezza, il battito del cuore più veloce e l'aumento della pressione sanguigna. Esempi sono le anfetamine, l'ecstasy, la metanfetamina, la cocaina e la nicotina presenti nel tabacco.

innescare allucinazioni

Ci sono anche farmaci che provocano deliri, o quelli che spesso vengono chiamati anche allucinogeni. Un esempio è l'LSD. Oltre all'LSD, c'è la marijuana che provoca vari effetti, come cambiare la percezione del tempo e dello spazio e aumentare l'immaginazione, quindi la marijuana può essere classificata come allucinogena.

Nelle cellule cerebrali ci sono varie sostanze chimiche chiamate neurotrasmettitori. Questa sostanza chimica agisce sulla connessione di una cellula nervosa con un'altra cellula nervosa (sinaptica). Alcuni di questi neurotrasmettitori sono simili ad alcuni tipi di farmaci.

Tutte le sostanze psicoattive (narcotici, psicotropi e altre sostanze che creano dipendenza) possono modificare il comportamento, i sentimenti ei pensieri di una persona attraverso il loro effetto su uno o più neurotrasmettitori. Il neurotrasmettitore che più gioca un ruolo nell'insorgenza della dipendenza è la dopamina.

Effetti dei farmaci sul sistema nervoso

L'abuso di droghe ha un effetto sul lavoro del sistema nervoso. Nulla? Ecco la spiegazione.

  • Disturbi dei nervi sensoriali . Questo disturbo provoca intorpidimento e visione offuscata che può portare alla cecità.
  • Disturbi del sistema nervoso autonomo . Questo disturbo provoca movimenti indesiderati attraverso i movimenti motori. In modo che le persone che sono in uno stato di ubriachezza possano fare qualsiasi cosa al di fuori della loro coscienza. Ad esempio, quando sono ubriachi, questi utenti possono disturbare le persone, litigare e così via.
  • Disturbi dei nervi motori . Questo movimento non è coordinato con il sistema motorio. Esempi come persone di nuovo' Su', La sua testa può tremare da sola, il movimento si fermerà solo quando le droghe svaniranno.
  • Disturbi nervosi vegetativi . Questo è legato al linguaggio che esce dalla coscienza. Non solo, gli effetti dei farmaci sul cervello possono causare paura e mancanza di fiducia se non li usi.

A lungo termine, i farmaci possono danneggiare lentamente il sistema nervoso nel cervello, da lievi a permanenti. Quando si usano narcotici, la carica elettrica nel cervello è eccessiva, se è dipendente, nel tempo i nervi possono essere danneggiati. Vuoi essere cieco, incapace o imprigionato deliberatamente per droga?

Come possono i tossicodipendenti diventare dipendenti?

Allora, cosa succede a chi è dipendente? La dipendenza è una sorta di "apprendimento" delle cellule cerebrali nel centro del piacere. Quando provi ad assumere droghe, il tuo cervello leggerà la risposta del tuo corpo. Se ti senti a tuo agio, il cervello rilascia il neurotrasmettitore dopamina e darà una piacevole impressione.

Il cervello lo registra come qualcosa che viene ricercato come prioritario perché considerato divertente. Di conseguenza, il cervello fa il programma sbagliato, come se la persona ne avesse bisogno come bisogno di base e si verificasse una dipendenza o una dipendenza. In uno stato di dipendenza, il tossicodipendente si sente molto a disagio e soffre. Per ottenere la droga, farà tutto il possibile come rubare, persino uccidere.

In caso di dipendenza, una persona deve sempre fare uso di droghe, in caso contrario, si verificheranno sintomi di astinenza (o anche chiamati astinenza), se si interrompe l'uso o se ne riduce la quantità. I sintomi dipendono dal tipo di farmaco utilizzato.

I sintomi dell'astinenza da oppiacei (eroina) sono simili a quelli di una grave influenza, vale a dire naso che cola, lacrime, peli sul corpo, dolori muscolari, nausea, vomito, diarrea e difficoltà a dormire. I farmaci interferiscono anche con la funzione di altri organi del corpo, come cuore, polmoni, fegato e sistema riproduttivo, in modo che possano insorgere varie malattie.

I tossicodipendenti continueranno ad aumentare la dose d'uso fino a un'overdose

Quindi, la sensazione di piacere, conforto, calma o gioia ricercata dai tossicodipendenti, deve essere pagata a caro prezzo dai suoi effetti negativi, come dipendenza, danni a vari organi del corpo, malattie varie, rapporti danneggiati con familiari e amici, danni morali vita, l'abbandono della scuola, la disoccupazione e la distruzione del suo futuro.

Il consumo di droghe provoca continuamente un aumento della tolleranza del corpo in modo che l'utente non possa controllarne l'uso e tende a continuare ad aumentare la dose di utilizzo fino a quando il suo corpo non può più accettarlo. Questo si chiama overdose.

I nervi sono uno degli organi importanti nell'uomo che regolano i sistemi corporei. Se è danneggiato può causare invalidità permanente ed è difficile da riparare. Non lo vuoi bene, disabilitato solo a causa della droga?