Gravidanza

Usare l'henné per le donne incinte, sicuro o no? |

Sei attualmente incinta e vuoi abbellirti usando l'henné sulle unghie o sulla pelle? Dato il rischio che i tatuaggi permanenti causino infezioni, l'uso di tatuaggi temporanei come l'henné è spesso un'opzione. In realtà, è sicuro per le donne incinte fare tatuaggi con l'henné? Ecco la spiegazione.

Puoi usare l'henné durante la gravidanza?

Citando l'American Pregnancy Association (APA), l'henné è un tatuaggio temporaneo sicuro per le donne incinte.

Tuttavia, le donne incinte dovrebbero essere più attente perché in commercio esistono vari tipi di henné. I tipi di tatuaggi all'henné sicuri per le madri sono realizzati con ingredienti naturali.

L'henné naturale è ottenuto da foglie di henné che sono state sottoposte a un processo di essiccazione e battitura fino a renderle lisce. Questo tipo di henné può essere utilizzato sulla pelle o sulle unghie.

Dopo l'applicazione sulla pelle o sulle unghie, questo henné lascia segni marroni, arancioni o bruno-rossastri per 1-3 settimane.

Come trovare gli ingredienti naturali dell'henné

L'henné innaturale tende ad essere di colore nero.

Questo henné nero contiene la parafenilendiammina chimica (PPD) che è soggetta a prurito, eruzioni cutanee e reazioni di irritazione della pelle.

La Food and Drugs Administration (FDA) degli Stati Uniti sconsiglia l'uso di henné contenente PPD sulla pelle.

Sebbene non ci siano restrizioni, l'henné non è necessariamente sicuro per tutti, specialmente per le persone che hanno la pelle sensibile o determinate condizioni mediche.

L'uso dell'henné, che non è ancora chiaro sulla sua sicurezza, renderà sicuramente confuse le donne incinte.

Se le madri incinte sono ancora in dubbio, evitare l'uso dell'henné è un passo saggio.

Il motivo è che durante la gravidanza l'uso di determinati materiali può essere molto rischioso.

Non solo la salute della madre, anche il feto nell'utero può essere influenzato dal suo sviluppo e dalla sua salute.

Suggerimenti per l'uso sicuro dei tatuaggi all'henné per le donne incinte

Oltre a non essere permanente, l'uso dell'henné è anche facile e indolore.

Come usare l'henné è sufficiente mescolare la polvere con l'acqua, quindi iniziare a dipingere sulla pelle e attendere un po'.

Dopo che si asciuga, risciacqua l'henné con acqua e lascerà segni di incisione arancioni o marroni sulla pelle.

Tuttavia, non solo, perché ci sono diverse cose a cui devi prestare attenzione per usare l'henné in modo sicuro e confortevole.

1. Scegli l'henné senza para-fenilendiammina (PPD)

Assicurati che l'henné non contenga para-fenilendiammina (PPD). Puoi controllare la confezione del prodotto e vedere la sezione delle materie prime oppure ingredienti.

La para-fenilendiammina (PPD) è comunemente usata come tintura per capelli, ma si trova spesso nell'henné.

Il contenuto di para-fenilendiammina (PPD) nell'henné può scatenare gravi allergie cutanee. Le condizioni iniziali che sentirà la madre sono prurito, dolore, fino a quando la pelle diventa rossa.

2. Test di allergia

Per scoprire la sicurezza dell'henné, le donne incinte possono fare un test allergologico prima di usare la vernice per unghie e pelle.

Il trucco, le madri possono applicare un po' di henné su piccole parti della pelle, come gambe o braccia. Dopo l'applicazione sulla pelle, attendere da una a tre ore.

Se non c'è reazione allergica, la madre può usare l'henné. Tuttavia, se appare una sensazione di calore, come bruciore sulla pelle, dovresti smettere di usare l'henné.

Condizioni che ti obbligano a consultare un medico

Consultare immediatamente un medico se la madre avverte sintomi dopo aver usato l'henné, come ad esempio:

  • nausea,
  • male alla testa,
  • alveari, o
  • febbre.

Fare tatuaggi con l'henné è una tradizione secolare, soprattutto in diversi paesi del Medio Oriente.

Una delle tradizioni è fare un tatuaggio sullo stomaco con l'henné dalle donne incinte.

Prima di usare l'henné, è una buona idea che la madre consulti un medico per adattarsi alle sue condizioni di salute.