Salute muscoloscheletrica

Informazioni complete sulle fratture dell'anca e dell'anca (fratture pelviche)

Fratture o fratture possono verificarsi in qualsiasi area dell'osso, comprese le mani, i piedi, i polsi e le caviglie. Tuttavia, oltre a queste comuni sedi ossee, possono verificarsi anche fratture dell'anca e del bacino (frattura pelvica). Per saperne di più su questo tipo di frattura, ecco le informazioni complete sulle fratture pelviche che devi conoscere.

Che cos'è una frattura pelvica?

Una frattura pelvica è una frattura che si verifica in una o più ossa che compongono il bacino. Il bacino è un gruppo di ossa situato all'estremità del tronco, tra la colonna vertebrale e le gambe. La sua funzione è quella di aiutare a legare i muscoli e proteggere gli organi del basso addome, come la vescica, l'intestino e il retto.

Le ossa pelviche includono il sacro (il grande osso triangolare alla base della colonna vertebrale), coccige (coccige) e osso iliaco. L'osso dell'anca, sia a destra che a sinistra, è costituito da tre ossa chiamate ileo, pube e ischio.

Queste tre ossa si separano durante l'infanzia, ma poi si fondono con l'età. L'incontro di queste tre ossa forma anche l'acetabolo, che è la parte del bacino che ha la forma di una coppa cava e funge da presa per l'articolazione dell'anca. L'acetabolo collega il bacino al femore (femore).

Le fratture pelviche sono un tipo raro di frattura. OrthoInfo ha affermato che il numero di casi di fratture dell'anca si è verificato solo circa il 3% di tutti i tipi di fratture negli adulti. I tipi più comuni di fratture includono fratture del polso, fratture della caviglia e fratture della clavicola o della spalla.

Sebbene rare, le gravi fratture dell'anca possono essere pericolose per la vita. Il motivo è che l'osso pelvico è vicino a grandi vasi sanguigni e organi, quindi le ossa rotte in questa posizione possono causare danni agli organi e sanguinamento. Pertanto, questo tipo di frattura richiede spesso un trattamento medico di emergenza.

Segni e sintomi di frattura pelvica

Segni e sintomi comuni di una frattura pelvica o di una frattura dell'anca e dell'anca sono:

  • Dolore all'inguine, ai fianchi o alla parte bassa della schiena.
  • Incapace di alzarsi o alzarsi in piedi, soprattutto dopo una caduta.
  • Impossibile sollevare, spostare o ruotare la gamba.
  • Difficoltà a camminare.
  • Gonfiore e lividi dentro e intorno alla zona pelvica.
  • Intorpidimento o formicolio all'inguine o alle gambe.
  • Lunghezza della gamba disuguale, di solito la gamba sull'anca ferita è più corta dell'altra.
  • La gamba sul lato dell'anca ferita è rivolta verso l'esterno.

Nei casi più gravi, una frattura dell'anca può causare sintomi, come sanguinamento dalla vagina, dall'uretra (il tubo che trasporta l'urina dalla vescica all'esterno del corpo) o dal retto (lo spazio che contiene i rifiuti solidi dell'intestino crasso da escreto al di fuori del corpo), o difficoltà a urinare. Se hai uno o più di questi sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico.

Cause e fattori di rischio per la frattura pelvica

Una causa comune di fratture pelviche o fratture dell'anca e dell'anca è un forte impatto sull'area dell'osso, come un incidente automobilistico o motociclistico ad alta velocità o una caduta dall'alto. In questa condizione, le fratture pelviche possono verificarsi in persone di qualsiasi età che sono ancora sane.

Tuttavia, le fratture del bacino e dell'anca possono anche essere causate da condizioni ossee indebolite, come l'osteoporosi. Nelle persone con questa condizione, anche un leggero impatto sul bacino può causare una frattura in quella parte dell'osso. La causa di questa frattura pelvica si verifica generalmente negli anziani a causa di fattori di invecchiamento che causano l'osteoporosi.

In rari casi, le fratture dell'anca possono verificarsi anche a causa di un'elevata attività atletica che provoca lo strappo dell'osso ischio dal muscolo che si attacca all'osso. Questa condizione è anche nota come frattura da avulsione. Le fratture da avulsione del bacino di solito si verificano nei giovani atleti.

Oltre alle cause di cui sopra, ci sono diversi fattori che aumentano il rischio di una persona di sviluppare una frattura del bacino o del bacino e dei fianchi, vale a dire:

  • Genere femminile, soprattutto dopo essere entrati in menopausa, che può causare una perdita di densità ossea più rapidamente rispetto agli uomini.
  • Aumento dell'età. Più sei vecchio, più sei incline a fratture dell'anca e dell'anca.
  • Storia familiare, cioè, se i tuoi genitori hanno avuto una frattura dell'anca, sei ad alto rischio per lo stesso.
  • Non assumere abbastanza calcio e vitamina D. Entrambi questi nutrienti sono importanti per rafforzare le ossa.
  • La mancanza di esercizio, come camminare, fa indebolire ossa e muscoli, aumentando la probabilità di cadere e fratturarsi l'anca.
  • Abitudini al fumo e consumo eccessivo di alcol.
  • Condizioni mediche che colpiscono il cervello e il sistema nervoso, che aumentano il rischio di cadute, come ictus, demenza, morbo di Parkinson e neuropatia periferica.
  • Altre condizioni mediche croniche, come disturbi endocrini che causano fragilità ossea, disturbi intestinali che riducono l'assorbimento di calcio e vitamina D, e avere bassi livelli di zucchero nel sangue e pressione sanguigna bassa aumentano il rischio di caduta.
  • Uso a lungo termine di alcuni farmaci, come gli steroidi.

Diagnosi di frattura pelvica

Per diagnosticare una frattura o una frattura pelvica, il medico esaminerà il bacino e l'anca alla ricerca di sintomi fisici. Quindi, verranno eseguiti test di imaging per confermare la diagnosi e verificare la gravità della frattura. I test che possono essere eseguiti includono:

  • I raggi X, possono mostrare la presenza di un osso rotto.
  • La scansione TC può mostrare le aree ossee in modo più dettagliato, specialmente per i casi di fratture pelviche più complicate.
  • Risonanza magnetica, che mostra immagini più dettagliate dell'osso e del tessuto circostante, soprattutto per verificare possibili fratture da stress.
  • Uretrografia, che può mostrare immagini dell'uretra per vedere se c'è un danno da una frattura.
  • Angiografia, che può mostrare immagini dei vasi sanguigni intorno al bacino.

Trattamento delle fratture dell'anca e dell'anca

Il trattamento per le fratture pelviche può essere diverso per ogni paziente. Ciò dipende dallo schema della frattura, dalla quantità di osso spostato, dalle condizioni della lesione e dalle condizioni generali del paziente.

Nelle fratture dell'anca non gravi, in cui l'osso non si sposta o si sposta solo leggermente, il trattamento non chirurgico è sufficiente per trattare questa condizione. Tuttavia, questo tipo di frattura non richiede un calco come le fratture delle mani e dei piedi.

In questo caso, potrebbe essere necessario utilizzare solo un deambulatore, come le stampelle (bastone) o una sedia a rotelle, per circa tre mesi fino a quando l'osso non guarisce. Riceverai anche antidolorifici, farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) o anticoagulanti per ridurre il rischio di coaguli di sangue nella pelvi e nelle gambe.

Tuttavia, nelle fratture gravi dell'anca, la chirurgia è la misura più efficace per trattare questa condizione. Tuttavia, prima che l'operazione venga eseguita, il medico affronterà prima lo shock, l'emorragia interna e il danno d'organo che possono verificarsi. L'obiettivo è controllare il sanguinamento e stabilizzare le condizioni del paziente ferito.

Durante l'intervento chirurgico, potresti avere uno o più tipi di intervento chirurgico per frattura. Ecco alcuni tipi di interventi chirurgici per le fratture pelviche che vengono comunemente eseguiti:

  • Operazione di montaggio della penna interna

In questo tipo di chirurgia della frattura, le ossa vengono allineate nella loro posizione normale, quindi unite utilizzando una penna a forma di vite o una piastra metallica sulla superficie dell'osso. Questa penna serve a mantenere la posizione dell'osso finché non guarisce.

  • Funzionamento con supporto penna esterno

Oltre che internamente, il medico può utilizzare una fissazione o una penna posizionata esternamente sotto la pelle o il corpo. In questo tipo di chirurgia, le viti vengono inserite nell'osso attraverso piccole incisioni nella pelle e nei muscoli. Quindi le viti vengono fatte sporgere dalla pelle su entrambi i lati del bacino.

Dalla vite sporgente, viene fissata un'asta in fibra di carbonio all'esterno della pelle, che serve a mantenere l'osso rotto nella giusta posizione. In alcuni casi, questa penna esterna può essere utilizzata fino alla guarigione dell'osso. Tuttavia, nei pazienti che non possono utilizzare questo dispositivo a lungo, la fissazione esterna viene applicata solo fino a quando non possono essere eseguite altre procedure di trattamento.

  • Intervento di sostituzione dell'anca

Soprattutto per l'area dell'anca, specialmente nell'acetabolo, è spesso raccomandato un intervento chirurgico di sostituzione dell'anca. Questo tipo di intervento chirurgico viene eseguito se la frattura dell'anca ha interrotto l'afflusso di sangue alla sfera dell'articolazione dell'anca.

Questa lesione di solito si verifica nelle persone anziane con fratture collo femorale o un collo femorale che tende a non guarire bene. Per quanto riguarda il funzionamento della penna l'installazione da sola non è sufficiente per poter riparare e stabilizzare l'osso.

Questo tipo di intervento chirurgico può essere eseguito totalmente o parzialmente. Nella chirurgia di sostituzione totale dell'anca, l'osso del femore superiore (coscia) e l'incavo nell'osso dell'anca vengono sostituiti con una protesi o un osso artificiale in metallo.

L'intervento di sostituzione parziale dell'anca viene eseguito rimuovendo la testa e il collo del femore rotto e sostituendolo con un osso artificiale in metallo. Questo tipo di intervento chirurgico viene solitamente eseguito se la punta dell'osso fratturato è spostata o danneggiata ed è generalmente raccomandato per gli adulti che hanno altre condizioni di salute o disturbi cognitivi che non sono in grado di vivere in modo indipendente.

  • Trazione scheletrica

La trazione scheletrica è un dispositivo costituito da pulegge, corde, pesi e un telaio metallico montato sopra il letto. Questo sistema di pulegge di carico viene utilizzato per aiutare a riallineare i pezzi di osso nella loro posizione corretta.

Nelle fratture dell'anca e dell'anca, la trazione scheletrica viene spesso utilizzata dopo la lesione e viene rilasciata dopo l'intervento chirurgico. A volte, le fratture dell'acetabolo possono essere corrette con la sola trazione scheletrica. Tuttavia, questa decisione è molto rara.

Nella trazione scheletrica, i perni metallici vengono impiantati nel femore e nello stinco per aiutare a posizionare il piede. Quindi verrà posizionato un peso sui perni per tirare la gamba e mantenere la frattura nella giusta posizione.

Periodo di recupero dopo il trattamento della frattura pelvica

Dopo aver subito i trattamenti di cui sopra, si entrerà generalmente in un periodo di riabilitazione o recupero. Durante questo periodo, generalmente avrai bisogno di una terapia fisica per rafforzare i muscoli e le ossa, in modo che possano aiutarti a muoverti.

Potresti anche ricevere una terapia occupazionale per aiutarti con le attività quotidiane, come fare il bagno, vestirti e cucinare. Anche in questa terapia occupazionale, il terapista determina se hai bisogno di un deambulatore o di una sedia a rotelle per le attività.

Durante il periodo di recupero, non dimenticare di soddisfare sempre i fabbisogni nutrizionali necessari, mangiando gli alimenti consigliati per le fratture. Consultare un medico per ulteriori informazioni.