Salute sessuale

Perché il sesso tra persone dello stesso sesso è più rischioso per l'HIV? •

In tutto il mondo, il numero di casi di HIV tra i partner maschi (gay) continua ad aumentare. All'inizio, questo caso è stato spesso riscontrato in paesi sviluppati come gli Stati Uniti negli anni '80. Attualmente, i casi di HIV nei partner gay sono diminuiti nei paesi sviluppati, ma stanno iniziando a diffondersi nei paesi in via di sviluppo dell'Africa, dell'Asia meridionale e del sud-est asiatico, inclusa l'Indonesia.

Qual è la relazione tra HIV e sesso tra persone dello stesso sesso?

HIV o virus dell'immunodeficienza umana è un virus che attacca il sistema immunitario. Poiché è un retrovirus, l'HIV può riprodursi e moltiplicarsi nelle cellule del corpo umano che lo hanno.

Questo virus è stato riconosciuto dagli anni '50 e fino ad ora non esiste un farmaco in grado di fermare questa infezione virale.

Il trattamento somministrato ai pazienti può essere tentato solo per migliorare la qualità della vita e alleviare i sintomi dell'HIV.

Non di rado questo virus è associato a malattie sessualmente trasmissibili a causa della loro distribuzione simile.

L'HIV e le malattie sessualmente trasmissibili possono essere trasmesse attraverso il sesso senza contraccezione e/o con più partner.

Significa un buon partner gay ed eterosessuali (diversi tipi) hanno entrambi lo stesso rischio di contrarre l'HIV.

Per capire perché il sesso tra persone dello stesso sesso è più rischioso per l'HIV, considera i seguenti motivi.

Motivi per cui le coppie gay sono a rischio di HIV

Ci sono diverse ragioni che portano all'alto rischio di HIV nel sesso gay . Le ragioni sono molto diverse e complesse, e vanno da fattori biologici, stili di vita e sociali.

Ecco perché la prevenzione dei casi di HIV nelle coppie gay è ancora difficile da promuovere.

Il rischio di trasmissione dell'HIV attraverso il sesso anale

Il sesso anale sta diventando una scelta comune per le coppie gay , anche se ci sono anche molte coppie di sesso diverso che praticano il sesso anale.

Uno studio pubblicato sull'International Journal of Epidemiology ha rivelato che il rischio di trasmissione dell'HIV attraverso il sesso anale è del 18% maggiore rispetto alla penetrazione vaginale.

Perché i tessuti e i lubrificanti naturali nell'ano e nella vagina sono molto diversi. La vagina ha molti strati che possono resistere alle infezioni virali, mentre l'ano ha solo uno strato sottile.

Inoltre, anche l'ano non produce lubrificanti naturali come la vagina, quindi la possibilità di lesioni o abrasioni durante la penetrazione anale è maggiore. Queste ferite possono diffondere l'infezione da HIV.

L'infezione da HIV può verificarsi anche se c'è contatto con il liquido rettale nell'ano. Il liquido rettale è molto ricco di cellule immunitarie, quindi il virus dell'HIV è facile da replicare o moltiplicare.

Il liquido rettale diventa anche un focolaio per l'HIV. Quindi, se il partner che penetra è stato positivo per l'HIV, questo virus si trasferirà rapidamente al partner attraverso il fluido rettale nell'ano.

A differenza della vagina, l'ano non ha un sistema di pulizia naturale, quindi prevenire le infezioni virali è più difficile per il corpo.

Sesso libero senza contraccezione

Di solito, le persone dello stesso sesso, transgender e bisessuali (LGBT) si trovano in una cerchia di associazioni e comunità più ristretta rispetto agli eterosessuali.

Questo perché le persone LGBT non sono state pienamente accettate dalla società, quindi sono meno numerose degli eterosessuali.

I membri di varie comunità LGBT, soprattutto in determinate aree, hanno reti e relazioni molto strette.

Di conseguenza, se una persona gay cambia partner sessuale, di solito sceglierà un partner che provenga dalla stessa comunità.

Questo è ciò che fa sì che la trasmissione dell'HIV sia più diffusa nei casi di amanti dello stesso sesso, ovvero i gay.

Inoltre, ci sono ancora molte coppie gay che fanno sesso senza dispositivi di sicurezza, come i preservativi.

Come spiegato in precedenza, il sesso anale è più a rischio di trasmettere l'HIV. Ovviamente questo sarà ancora più pericoloso se il sesso anale viene fatto senza preservativo.

La trasmissione dell'HIV dovuta al sesso libero è in realtà molto prevenibile praticando il sesso sicuro e non cambiando partner.

Non ho controllato

A causa dello stigma sociale che condanna le persone LGBT e i casi di HIV come una malattia gay , molti hanno paura di andare in una struttura sanitaria.

Infatti, pochi giorni o settimane dopo essere stato infettato dall'HIV, il paziente entrerà nella fase di infezione acuta in cui il virus si diffonde facilmente.

Mentre in questa fase dell'infezione acuta, i sintomi sperimentati sono generalmente fraintesi come sintomi del comune raffreddore.

Con la terapia intensiva fornita dagli operatori sanitari, questa infezione virale può essere soppressa. Pertanto, ritardare il trattamento e l'assistenza esporrà ulteriormente le persone gay al rischio di HIV.