Medicinali e integratori

Ci sono effetti collaterali del paracetamolo a lungo termine?

Il paracetamolo è l'antidolorifico più utilizzato. Il paracetamolo è solitamente usato per trattare il dolore da lieve a moderato, che va da mal di testa, dolori mestruali, mal di denti, dolori articolari e dolori avvertiti durante l'influenza. Questo farmaco può essere ottenuto su prescrizione medica o meno. Così tante persone usano il paracetamolo da molto tempo. Quindi, ci sono effetti collaterali del paracetamolo a lungo termine?

Ci sono effetti collaterali del paracetamolo?

Gli effetti collaterali del paracetamolo sono in realtà rari, ma possono verificarsi, come ad esempio:

  • nausea, mal di stomaco superiore, prurito, perdita di appetito
  • urine scure, feci chiare
  • giallo sulla pelle e sugli occhi
  • una reazione allergica, che può causare eruzioni cutanee e gonfiore
  • vampate di calore, pressione sanguigna bassa e battito cardiaco accelerato, questo a volte può verificarsi quando il paracetamolo viene somministrato in una vena del braccio
  • malattie del sangue, come trombocitopenia (basso numero di piastrine) e leucopenia (basso numero di globuli bianchi)
  • danno al fegato e ai reni se ne prende troppo (sovradosaggio), questo può essere fatale nei casi più gravi

Non tutti sperimentano questi effetti collaterali. Tuttavia, se si verifica uno di questi sintomi dopo aver preso il paracetamolo, contattare immediatamente il medico.

Quindi, ci sono effetti collaterali del paracetamolo a lungo termine?

Il paracetamolo è considerato più sicuro di altri analgesici comunemente usati come i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l'ibuprofene o gli oppioidi.

Tuttavia, il suo uso a lungo termine è ancora dibattuto e sottovalutato da alcuni. Uno studio condotto dal professor Philip Conaghan della School of Medicine dell'Università di Leeds, affronta questi dubbi.

Nello studio, i ricercatori hanno scoperto che esiste un possibile rischio di sviluppare malattie cardiache, problemi renali e disturbi dell'apparato digerente nell'uso a lungo termine del paracetamolo.

Sebbene in effetti, il rischio menzionato sia piuttosto piccolo, ma esiste ancora la possibilità della malattia.

Questo studio mostra che i rischi per la salute negativi derivanti dall'uso a lungo termine del paracetamolo sono sottovalutati. Soprattutto in relazione ad un aumentato rischio di problemi cardiaci, gastrointestinali e renali.

In effetti, questa ricerca deve ancora essere esplorata ulteriormente, ma devi comunque stare attento e consultare prima il tuo medico se vuoi usare il paracetamolo a lungo termine.

Quindi, per quanto tempo è sicuro usare il paracetamolo?

Finora. non c'è limite o punto di riferimento per quanto tempo questo antidolorifico è sicuro da usare. La cosa da ricordare è che dovresti usare questo medicinale solo quando senti dolore, che si tratti di mal di testa o dolore in altre parti del corpo.

Tuttavia, se i dolori e i dolori che provi non scompaiono, potrebbe esserci un problema o un disturbo che si verifica nel tuo corpo. Se è molto fastidioso e persiste, dovresti consultare immediatamente un medico.

In modo che, se c'è un certo problema di salute che stai riscontrando, può essere rilevato in anticipo. Anche in questo caso, consultare sempre un medico se si desidera utilizzare il farmaco a lungo termine.