Denti e Bocca

6 tabù dopo aver pulito il tartaro, cosa sono?

Un modo per mantenere l'igiene dentale è eseguire il ridimensionamento o la pulizia del tartaro. Tuttavia, risulta che devi prestare attenzione a quali cibi e bevande evitare dopo la procedura ridimensionamento. Questo è importante in modo che i denti non sentano dolore e il tartaro non riappaia. Per scoprire i tabù dopo aver pulito il tartaro, leggi la spiegazione qui sotto.

Quali sono i tabù dopo aver pulito il tartaro?

Per prevenire il disagio o il ritorno del tartaro dopo la procedura ridimensionamento, dovresti evitare quanto segue:

1. Cibi e bevande troppo caldi o freddi

Citato da Associazione dentistica americana, dopo aver subito ridimensionamento o la pulizia del tartaro, i denti diventeranno più sensibili per quasi una settimana.

Ciò può accadere a causa dell'uso di strumenti per la pulizia dei coralli utilizzati dai dentisti. Questo strumento può aprire un piccolo spazio tra le gengive e i denti, in modo che i nervi dei denti saranno più facilmente esposti e la sensibilità dei denti aumenterà.

Affinché i tuoi denti non si sentano doloranti, dovresti evitare di consumare cibi e bevande ancora calde o troppo fredde. Ad esempio, quando viene servito del nuovo cibo caldo, attendere un po' prima di mangiare. Inoltre, non dovresti mangiare gelato o bevande con cubetti di ghiaccio per un po'.

2. Cibi e bevande troppo dolci

L'aspetto del tartaro è causato dall'accumulo di placca, che è una sostanza strutturata che contiene batteri. La placca lasciata troppo a lungo si indurirà e diventerà corallo. Una delle cause principali dell'accumulo di placca è lo zucchero.

Per questo motivo il tabù dopo la pulizia del tartaro da tenere in considerazione è il consumo di zucchero. Per evitare che si formi nuovamente il tartaro dopo ridimensionamento, è una buona idea ridurre cibi e bevande che contengono troppo zucchero, come caramelle, cioccolato, biscotti, e soda.

3. Cibo dalla consistenza dura

Dopo che i denti sono stati puliti dal tartaro, masticare il cibo potrebbe non essere comodo come al solito. Ciò è dovuto alla maggiore sensibilità dei denti.

Pertanto, assicurati di non scegliere cibi con una consistenza dura e che richiedono più energia per masticare, come carne o mele intere.

4. Alimenti che possono pungere le gengive

Ciò che si intende per piercing è la consistenza del cibo che è piccola e ha il potenziale di danneggiare le gengive. Di solito, queste piccole trame si trovano in cibi croccanti come patatine o noci.

Procedura ridimensionamento a volte non solo provoca denti sensibili, ma anche le gengive diventano gonfie e più morbide. Questo rende le gengive più soggette a sanguinamento.

5. Alimenti che non si dissolvono o si rompono quando masticati

Alcuni cibi con una consistenza che non si rompono facilmente se masticati, come il pane e le patatine fritte, sono tabù dopo aver pulito il tartaro. Questi alimenti si infilano facilmente tra i denti, quindi c'è il rischio di far ricomparire l'accumulo di placca e tartaro.

6. Sigarette e alcol

La bocca umana ha sempre bisogno di saliva. La saliva è utile per aiutare il cibo e la placca non si accumula facilmente sui denti. La secchezza delle fauci e la mancanza di saliva sono causate da diverse cose, una delle quali è bere alcolici e fumare.

Sigarette e alcol possono ridurre la produzione di saliva in bocca. Questo ovviamente può portare a secchezza delle fauci e un più facile accumulo di placca. Il tartaro può potenzialmente riapparire.

Quindi, cosa si dovrebbe consumare dopo aver pulito il tartaro?

Dopo aver saputo quali cibi e bevande sono tabù dopo aver pulito il tartaro, potresti pensare a cosa sono sicuri per il consumo.

Puoi mangiare cibi dalla consistenza morbida e facili da masticare, come zuppe, purè di patate, banane, yogurt, uova sode e porridge. Oltre ad essere facili da digerire e a non causare mal di denti, questi alimenti aiutano anche a prevenire la secchezza delle fauci.

Assicurati anche di soddisfare sempre il fabbisogno di acqua di tutti i giorni, questo è importante affinché il corpo sia sempre idratato e la bocca sia protetta dalla secchezza.