Medicinali e integratori

Fenitoina: usi, dosaggi ed effetti collaterali |

La fenitoina o fenitoina è un farmaco generico che funziona per prevenire e controllare le convulsioni. Questo farmaco è comunemente usato nel trattamento dell'epilessia. La fenitoina è disponibile sotto forma di compresse, capsule e iniezioni liquide (sospensioni). Questo farmaco è un farmaco forte, quindi il suo uso dovrebbe essere fatto sotto la supervisione di un medico. Quali sono le regole per l'uso, gli effetti collaterali e le interazioni farmacologiche della fenitoina?

Classe di farmaci: antiaritmico

Marchi di fenitoina: decatona, dilantin, ikaphen, kutoin, lepsicon, movileps, pharxib, fenitoina

Qual è il farmaco fenitoina?

La fenitoina è un farmaco usato per alleviare e controllare le convulsioni nei pazienti epilettici. Questo farmaco contiene fenitoina sodica, che riduce la diffusione dei segnali elettrici nel cervello.

L'eccesso di invio di segnali elettrici attraverso i nervi al cervello rende difficile per il cervello rispondere correttamente a ogni stimolo, causando convulsioni.

Le sostanze chimiche attive come la fenitoina sodica possono funzionare per bilanciare l'eccessiva attività elettrica nel cervello, riducendo così le convulsioni.

Inoltre, la fenitoina può essere utilizzata per trattare le malattie cardiache che causano un battito cardiaco irregolare (aritmia).

Dosaggio di fenitoina

La fenitoina è disponibile sotto forma di compresse masticabili (50 mg), capsule (30 mg, 100 mg e 200 mg) e sospensione (237 ml e 4 ml). La dose somministrata dal medico può variare per ciascun paziente, a seconda dell'età, del peso e della gravità dei sintomi e del tipo di condizione da trattare.

Il seguente è un dosaggio di fenitoina basato sulla condizione che tratta.

Crisi

Dose di fenitoina per adulti

  • Compresse o capsule : Il ricovero è di 1 grammo al giorno, può essere suddiviso in 3 dosi (400 mg, 300 mg, 300 mg) somministrate ad intervalli di 2 ore. Uso iniziale 100 mg per via orale 3 volte al giorno. La dose di mantenimento è di 100 mg, da assumere 3-4 volte al giorno.
  • Sospensione endovenosa (IV) : I pazienti che non hanno ricevuto un trattamento precedente possono iniziare con 125 mg (1 cucchiaino) per 3 volte al giorno. La somministrazione endovenosa iniziale è di 10-15 mg/kg, senza superare una velocità di infusione di 50 mg/minuto. Dose di mantenimento 100 mg ogni 6-8 ore.

Dosaggio di fenitoina per bambini

  • Sospensione endovenosa (IV) : La dose per condizioni critiche (epilettico) è 15-20 mg/kg EV.
  • Compresse o capsule : la somministrazione iniziale per le convulsioni è di 15-20 mg/kg, somministrati in 3 dosi separate somministrate ogni 2-4 ore.

    La dose di mantenimento per meno di 4 settimane è di 5-8 mg/kg al giorno suddivisa in 2 dosi. La somministrazione nell'arco di 4 settimane di 5 mg/kg al giorno può essere aumentata a 8-10 mg/kg al giorno.

aritmia

Dose di fenitoina per adulti

  • Compresse o capsule : Somministrazione iniziale di 1,25 mg/kg EV ogni 5 minuti. Può ripetere fino alla dose di carico di 15 mg/kg, o 250 mg per via orale 4 volte al giorno per 1 giorno, poi 250 mg due volte al giorno per 2 giorni. La dose di mantenimento è di 300-400 mg/die per via orale in dosi suddivise 1-4 volte al giorno
  • Sospensione endovenosa (IV) : Somministrazione iniziale di 10-15 mg/kg o 15-20 mg/kg mediante somministrazione endovenosa lenta, non più di 50 mg/minuto). La dose di mantenimento è di 100 mg ogni 6-8 ore, può anche essere orale alla stessa dose.

Dosaggio di fenitoina per bambini (oltre 1 anno)

  • Sospensione endovenosa (IV) : La somministrazione iniziale di 1,25 mg/kg ogni 5 minuti, può essere ripetuta fino a una dose di carico di 15 mg/kg.
  • Compresse o capsule : 5-10 mg/kg al giorno

Neurochirurgia

Dose di fenitoina per adulti

  • Sospensione intramuscolare (IM) : 100-200 ad intervalli di 4 ore durante l'intervento e subito dopo l'intervento.

Regole per l'uso della fenitoina

Puoi masticare la compressa di fenitoina fino a renderla liscia prima di deglutire o puoi ingoiarla subito. Se soffri di indigestione, puoi assumere le compresse con il cibo.

È meglio prendere questo medicinale nello stesso momento in cui il medico consiglia di prenderlo ogni giorno. Il consumo tempestivo di farmaci è utile per mantenere costanti i livelli di farmaco nell'organismo in modo da poter gestire i sintomi nel tempo.

Con l'uso continuato, il medico può ridurre o aumentare la dose di fenitoina in base alla risposta dell'organismo al trattamento.

Non interrompere l'assunzione di questo farmaco senza consultare il medico. Se interrotto improvvisamente, le condizioni delle crisi o la loro ricorrenza possono peggiorare.

Se dimentica di prendere il medicinale o dimentica una dose, prenda il medicinale il prima possibile. Tuttavia, se è vicina alla dose successiva, salti la dose dimenticata e prenda la dose successiva come programmato. Evitare di aggiungere la dose dimenticata alla dose successiva.

Effetti collaterali della fenitoina

L'uso del farmaco fenitoina può causare una serie di effetti collaterali. Anche così, non tutti sperimenteranno effetti collaterali.

Ecco alcuni degli effetti collaterali della fenitoina che possono comparire.

  • Discorso confuso
  • Perdita di equilibrio o coordinazione
  • Gengive gonfie
  • Mal di testa o vertigini
  • Confusione
  • Nervoso o ansioso
  • Tremori o movimenti incontrollabili di occhi, lingua, mascella e collo
  • Insonnia
  • eruzione cutanea
  • Febbre
  • Ghiandole gonfie
  • Ecchimosi o sanguinamento facili
  • Nausea o vomito
  • Ritmo cardiaco irregolare o lento
  • formicolio
  • Dolore muscolare

In caso di dubbi su determinati effetti collaterali, consultare il medico o il farmacista.

Segnalare se gli effetti collaterali continuano a peggiorare o i sintomi peggiorano dopo l'assunzione del farmaco.

Se si verificano segni di una reazione allergica al farmaco, come difficoltà respiratorie, viso gonfio e una sensazione di debolezza nel corpo come se si stesse per svenire, andare immediatamente al pronto soccorso più vicino.

Avvertenze e precauzioni durante l'assunzione di farmaci fenitoina

La presenza di altri problemi di salute può influenzare l'uso di questo farmaco. L'uso di fenitoina può anche peggiorare questi problemi di salute (controindicato).

Pertanto, assicurati di informare il tuo medico se hai una delle seguenti condizioni.

  • Problemi del sangue o del midollo osseo (p. es., agranulocitosi, leucopenia, trombocitopenia)
  • Diabete
  • Insufficienza cardiaca
  • Problemi di ritmo cardiaco
  • Ipotensione (bassa pressione sanguigna)
  • Linfoadenopatia (problemi ai linfonodi)
  • Porfiria (problema enzimatico)
  • Ostruzione cardiaca (p. es., sindrome di Adams-Stokes, blocco arterovenoso o blocco seno-atriale)
  • Bradicardia sinusale (frequenza cardiaca lenta)
  • Ipoalbuminemia (basso livello di albumina nel sangue)
  • Malattia renale
  • malattia del fegato
  • Allergia a farmaci contenenti fenitoina sodica

Per evitare il pericolo di controindicazioni, il medico può non somministrare la fenitoina e sostituirla con un altro farmaco che abbia gli stessi benefici di guarigione.

In alcuni casi, il medico può continuare a prescrivere il farmaco, ma aggiusterà la dose per prevenire controindicazioni.

La fenitoina deve essere conservata a temperatura ambiente, al riparo dalla luce diretta, in luoghi umidi e non congelata.

Diverse marche di farmaci contenenti fenitoina sodica possono avere regole di conservazione diverse. Pertanto, segui il metodo di conservazione dei farmaci elencato sulla confezione del prodotto o chiedi al tuo farmacista.

La fenitoina è sicura per le donne in gravidanza e in allattamento?

Questo farmaco è incluso nella categoria di rischio di gravidanza D secondo la Food and Drugs Administration (FDA) statunitense. Cioè, ci sono prove positive che l'uso di fenitoina nelle donne in gravidanza ha un rischio per la salute del feto.

Tuttavia, la fenitoina può essere utilizzata nelle donne in gravidanza per il trattamento di emergenze potenzialmente letali, soprattutto quando nessun altro farmaco fornisce lo stesso grande beneficio di recupero.

Nel frattempo, gli studi sulle donne mostrano che la fenitoina rappresenta un rischio minimo per il bambino se usata durante l'allattamento.

Prima di utilizzare questo farmaco, le donne incinte o che allattano dovrebbero consultare un medico per valutare i potenziali benefici e rischi.

Interazioni farmacologiche di fenitoina con altri farmaci

L'uso di fenitoina con altri farmaci può modificare le prestazioni e gli effetti di recupero dati o chiamati anche interazioni farmacologiche. Le interazioni farmacologiche possono anche aumentare il rischio di gravi effetti collaterali.

Di seguito sono riportati i tipi di farmaci che non sono raccomandati per l'uso con la fenitoina perché causano interazioni farmacologiche.

  • amifampridina
  • Artemeter
  • atazanavir
  • Boceprevir
  • Daclatasvir
  • Delamanid
  • Delavirdine
  • Lurasidone
  • Maraviroc
  • piperachina
  • Praziquantel
  • ranolazina
  • Rilpavirina
  • telaprevir

L'uso della fenitoina con uno dei seguenti medicinali di solito non è raccomandato, ma in alcuni casi può essere necessario.

Se la fenitoina viene prescritta contemporaneamente a uno dei seguenti medicinali, il medico può modificare la dose o la frequenza con cui usa uno o entrambi i medicinali.

  • Abiraterone acetato
  • Afatinib
  • apazone
  • Apixaban
  • Apremilast
  • aripiprazolo
  • Axitinib
  • Beclamide
  • Bedaquiline
  • Bortezomib
  • Bosutinib
  • bupropione
  • Cabazitaxel
  • Cabozantinib
  • Canagliflozin
  • carbamazepina
  • Ceritinib
  • Claritromicina
  • Clozapina
  • Cobicistat
  • Crizotinib
  • Ciclofosfamide
  • Dabigatran etexilato
  • Dabrafenib
  • Dasatinib
  • diazepam
  • diazossido
  • Dolutegravir
  • dopamina
  • doxorubicina
  • Liposoma doxorubicina cloridrato
  • Dronedarone
  • Eliglustat
  • Elvitegravir
  • Enzalutamide
  • Erlotinib
  • Eslicarbazepina acetato
  • etosuccimide
  • Etravirine
  • Everolimus
  • exemestane
  • Ezogabina
  • Fentanil
  • fluvastatina
  • alotano
  • idrocodone
  • Ibrutinib
  • Idealalisib
  • ifosfamide
  • Imatinib
  • Infliximab
  • Irinotecan
  • itraconazolo
  • Ivabradina
  • Ivanator
  • Ixabepilone
  • Ketoconazolo
  • Ketorolac
  • Lapatinib
  • Ledipasvir
  • Lidocaina
  • linagliptin
  • lopinavir
  • Macitentan
  • metotrexato
  • miconazolo
  • mifepristone
  • Netupitant
  • nifedipina
  • Nilotinib
  • Nimodipina
  • Nintendo
  • Nitisinone
  • Oritavancin
  • Orlistat
  • Pazopanib
  • Perampanel
  • Pixantrone
  • Pomalidomide
  • Ponatinib
  • Posaconazolo
  • Regorafenib
  • reserpina
  • Rifampicina
  • Rivaroxaban
  • Rocuronio
  • Roflumilast
  • Romidepsin
  • sertralina
  • Siltuximab
  • Simeprevir
  • Sofosbuvir
  • Sorafenib
  • Erba di San Giovanni
  • Sunitinib
  • tacrolimus
  • Tasimelteon
  • Tegafur
  • temsirolimus
  • teofillina
  • tiotepa
  • Ticagrelor
  • Tofacitinib
  • Tolvaptan
  • Trabectedin
  • Ulipristal Acetato
  • Vandetanib
  • Vemurafenib
  • Vilazodone
  • Vincristina solfato
  • Vincristina solfato liposoma
  • Vinflunina
  • Vorapaxar
  • Voriconazolo
  • Vortioxetina

È anche importante sapere che il consumo di alcol o tabacco (sigarette) con fenitoina può anche causare interazioni farmacologiche.

Inoltre, i prodotti contenenti calcio, come integratori di calcio e bevande sostitutive nutrizionali, possono ridurre l'assorbimento del principio attivo nella fenitoina del farmaco nel corpo.

Per questo, assicurati di prendere questi prodotti separatamente, almeno 1 ora prima e 1 ora dopo l'uso del farmaco.

Sovradosaggio di fenitoina

Quando la fenitoina viene assunta in eccesso rispetto alla dose raccomandata, un sovradosaggio del farmaco può causare i seguenti sintomi.

  • Movimenti oculari incontrollabili
  • Perdita di coordinazione
  • Parlare confuso o lento
  • Gli arti si muovono in modo incontrollabile
  • nausea
  • Bavaglio
  • Confusione o quasi svenimento
  • Coma (perdita di coscienza per un breve periodo di tempo)

Nell'uso di farmaci forti, è importante seguire sempre le regole raccomandate da un medico o un farmacista. Non iniziare, interrompere o modificare la dose senza l'approvazione del medico.

In caso di altre domande, consultare ulteriormente il medico o il farmacista.