Gravidanza

Prurito della pelle durante il secondo trimestre di gravidanza? Follicolite pruriginosa può essere la causa

Ci sono molti effetti collaterali fastidiosi che compaiono durante la gravidanza. Uno di questi è un problema di pelle pruriginosa che è caratterizzato da piccole protuberanze rosse intorno ad alcune piccole aree, ad esempio sulle braccia o sulle gambe. In alcuni casi, le future mamme possono lamentare prurito in tutto il corpo durante la gravidanza. La follicolite pruriginosa è la causa di questo problema della pelle pruriginosa durante la gravidanza. È pericoloso? Dai, capisci più a fondo sulla follicolite pruriginosa nella seguente recensione.

La follicolite pruriginosa è la causa del prurito della pelle durante la gravidanza

La follicolite pruriginosa è un'eruzione cutanea di piccole protuberanze rosse come brufoli che prudono. La dimensione delle protuberanze varia, generalmente da 3 a 5 mm e talvolta può essere più grande, che è di circa 6-8 mm. Alcuni urti pruriginosi possono contenere pus.

L'eruzione cutanea di solito appare su spalle, braccia, torace, addome e parte superiore della schiena. Tuttavia, non tutte le donne in gravidanza avvertono gli stessi sintomi. Alcune future mamme sperimentano solo la comparsa di protuberanze ma non prudono durante la gravidanza.

Segnalato da Very Well Family, la follicolite pruriginosa è rara. Solo 1 su 3.000 gravidanze svilupperà questa condizione. Poiché è raro, la follicolite pruriginosa viene spesso erroneamente diagnosticata con una serie di altri problemi della pelle con sintomi simili. Alcune di queste condizioni includono:

  • Follicolite batterica.
  • Pitiriasi follicolite.
  • Acne causata da sostanze chimiche.
  • Prurigo (sangue dolce).

Fortunatamente, fino ad ora non ci sono segnalazioni che il prurito abbia un effetto negativo sul feto.

Quali sono le cause della follicolite pruriginosa?

Fino ad ora la causa della follicolite pruriginosa non è nota con certezza. Tuttavia, alcuni ricercatori ritengono che questo problema della pelle pruriginosa durante la gravidanza sia causato da cambiamenti ormonali, non da un disturbo del sistema immunitario o da un'infezione batterica. Il motivo è che i sintomi del prurito si verificano solo durante la gravidanza e scompaiono dopo il parto.

La follicolite pruriginosa di solito si verifica nel secondo al terzo trimestre e può risolversi da 2 a 8 settimane dopo il parto.

Com'è il trattamento?

Fonte: New Kids Center

Il trattamento del prurito della pelle durante la gravidanza a causa della follicolite è con crema al perossido di benzoile. Questo materiale si è dimostrato sicuro per l'uso durante la gravidanza perché non influirà sul feto.

Tuttavia, il rischio di effetti collaterali del farmaco può essere ancora presente nella futura madre. Il perossido di benzoile può causare una sensazione di pelle secca e calda, formicolio e la comparsa di una sensazione di "soffocamento". Questi effetti collaterali possono metterti a disagio, ma non dureranno a lungo.

Fai attenzione anche alle reazioni cutanee allergiche dovute al perossido di benzoile. Se la tua pelle è sensibile, dovresti prima testare la crema sul dorso della mano che non ha prurito e aspettare 24 ore. Interrompere immediatamente l'uso della crema se compaiono sintomi come:

  • Eruzione cutanea e prurito della pelle.
  • Sensazione di svenimento.
  • Disturbi respiratori.
  • Gonfiore degli occhi, del viso, della bocca o della lingua.

Invece, il medico può prescrivere un antistaminico o una crema a basso dosaggio di corticosteroidi per trattare il prurito durante la gravidanza. Questi due farmaci devono essere assunti con la prescrizione del medico per evitare un sovradosaggio che può essere potenzialmente problematico per la madre e il feto.