Salute mentale

Vivere da solo troppo a lungo vulnerabile alla depressione

In tempi moderni come oggi, la tendenza a vivere da soli o da single è in aumento per vari motivi. Ma la domanda è: vivere da soli ha davvero un impatto negativo sulla salute mentale di una persona, come dicono i genitori?

Gli effetti negativi del vivere da soli con la propria mentalità

1. Solitario

La solitudine è diventata un vero impatto del vivere da soli. Le persone che vivono da sole tendono a sentirsi sole più spesso di quelle che non sono sole. Anche se vivere da soli può ridurre la probabilità di una persona di arrabbiarsi per l'assenza di un litigio, può anche essere una barriera alla connessione e all'interazione con gli altri e alla formazione di relazioni significative.

Questo può essere un problema per alcuni gruppi di persone. Ad esempio, chi ha limitazioni fisiche può avere difficoltà a compiere gli spostamenti necessari per uscire di casa.

Uno dei motivi principali dell'effetto negativo che la vita da soli ha sulla salute mentale è che le persone che vivono da sole tendono a trascorrere molto tempo da sole. Trascorrere del tempo con altre persone può aumentare le interazioni negative, ma è anche importante per prevenire la solitudine promuovendo il tuo senso di sostegno sociale.

2. Depressione

È noto da tempo che l'impatto del vivere da soli è la suscettibilità alla depressione e ad altri problemi di salute mentale. Una nuova ricerca mostra che lo stesso modello può essere trovato negli adulti e nelle persone anziane. Gli uomini single adulti tendono a sentirsi più depressi rispetto agli uomini che vivono sotto lo stesso tetto con il coniuge o altri membri della famiglia. Allo stesso modo con le vedove. Le donne che di recente hanno vissuto da sole per la prima volta (a causa del divorzio o della morte del coniuge) possono essere maggiormente a rischio di depressione rispetto a quelle che hanno vissuto da sole per un periodo di tempo più lungo.

In uno studio su 3.500 uomini e donne di età compresa tra 30 e 65 anni, i ricercatori finlandesi hanno scoperto che le persone che vivevano da sole avevano maggiori probabilità di ricevere prescrizioni e assumere farmaci antidepressivi. Questo è vero se confrontato con il 16% di coloro che vivono con un partner, una famiglia o persino dei coinquilini.

3. La dieta è più malsana

Altri studi hanno anche dimostrato che quando si vive da soli si tende a mangiare cibi meno salutari. Ad esempio, mangerai meno verdure ogni giorno rispetto a una persona accoppiata. Le persone che vivono insieme ad altre persone, cucineranno o mangeranno cibi sani per mantenersi in salute. Anche la loro salute è curata perché vogliono vivere ed essere felici più a lungo con le persone che vivono con loro.

Ma non tutti coloro che vivono da soli saranno inclini alla depressione

La misura in cui l'impatto del vivere da soli può influenzare la salute mentale sembra dipendere dalle caratteristiche individuali. Ad esempio, età, sesso, salute e caratteristiche della vita sociale di ciascuno. In realtà, non tutte le cose che si riferiscono alla solitudine della vita sono associate negativamente. Di nuovo su, le intenzioni ei benefici che la persona ha ricevuto. Tuttavia, sarebbe meglio se vivi con altre persone per evitare l'impatto della relazione tra il tuo stato mentale e il modello di vita che vivi.