Nutrizione

Guida alimentare per quelli di voi che hanno malattie infiammatorie intestinali

Se hai una malattia infiammatoria intestinale o una colite ulcerosa, devi prestare molta attenzione al cibo che entra nello stomaco. Il motivo è che alcuni alimenti possono scatenare i sintomi e la gravità della malattia. Per ottenere ancora i nutrienti di cui hai bisogno e la malattia non si ripresenta, dai un'occhiata alle seguenti linee guida alimentari.

Una guida all'alimentazione per le persone con malattie infiammatorie intestinali

1. Mangia poco ma spesso

Se prima mangiavi pasti abbondanti due o tre volte al giorno, ora devi cambiare. Le persone che hanno la colite ulcerosa, il loro intestino non può più funzionare normalmente e in modo ottimale.

Mangiare grandi porzioni in realtà rende molto pesante il lavoro degli intestini che sono stati feriti. Di conseguenza, l'infiammazione nell'intestino può peggiorare.

Invece di mangiare grandi porzioni in una volta, è meglio mangiare piccole porzioni ma spesso. Ad esempio, mangia da cinque a sei volte al giorno in porzioni più piccole del solito. In questo modo, aiuti ad alleggerire il carico di lavoro dell'intestino.

2. Limitare l'assunzione di sale e grassi

Di solito, i farmaci prescritti per curare la colite possono avere effetti collaterali se si mangia troppo sale. Gli effetti collaterali che appariranno sono gonfiore e gonfiore.

Non solo sale, devi anche limitare l'assunzione giornaliera di grassi. I cibi grassi rendono lo stomaco gonfio, gonfio e la diarrea. Per questo, per una migliore salute, dovresti limitare l'assunzione giornaliera di sale e grassi.

3. Non consumare latticini

Di solito le persone che hanno una malattia infiammatoria intestinale hanno anche intolleranza al lattosio. L'intolleranza al lattosio è una condizione in cui il corpo non è in grado di digerire il lattosio. Il lattosio è uno zucchero naturale che si trova nel latte e nei latticini.

Se insisti a continuare a mangiare latticini, corri il rischio di diarrea, mal di stomaco e gonfiore. Per questo motivo, evitare tutti i latticini è una scelta saggia per mantenere la salute dell'intestino.

4. Limitare l'assunzione di fibre

Sebbene la fibra sia molto buona per la digestione, nelle persone con colite la porzione dovrebbe essere limitata. Troppe fibre possono ostacolare il lavoro dell'intestino e peggiorare i sintomi della malattia infiammatoria intestinale. Pertanto, dovresti chiedere al tuo medico quanta fibra puoi consumare in un giorno.

Quando mangi frutta o verdura, puoi anche superarli in astuzia per renderli più digeribili, ad esempio facendoli bollire, cuocendoli a vapore o trasformandoli in succo.

5. Evita bibite, caffeina e alcol

Se hai una malattia infiammatoria intestinale, è un segno che devi dire addio a soda, caffeina e alcol. Queste tre bevande possono irritare il rivestimento dell'intestino. La combinazione di caffeina e zucchero, ad esempio, può causare diarrea e gonfiore. È meglio bere più acqua che è chiaramente più salutare.

6. Registra la tua dieta

Ognuno ha una diversa reazione del corpo a determinati cibi e bevande. Pertanto, è obbligatorio avere un diario alimentare personale che contenga un elenco di cibi e bevande quotidiani e le loro reazioni nel corpo. Anche se sembra un po' scomodo, questo notebook è molto utile per aiutare a ridurre sintomi simili in futuro dovuti a un'alimentazione sbagliata.