Gravidanza

Le donne incinte mangiano pesce salato, è sicuro o rischioso? |

Durante la gravidanza le mamme sono sicuramente più selettive e attente nella scelta del tipo di alimento rispetto a prima della gravidanza. Da una varietà di menu di pesce, il pesce salato è uno dei più apprezzati per il suo gusto delizioso, soprattutto se mangiato con verdure acide. Tuttavia, la domanda è: le donne incinte possono mangiare pesce salato?

Cosa dovrebbe essere considerato se la madre gode del pesce salato durante la gravidanza? Dai un'occhiata alla seguente spiegazione, sì!

È sicuro per le donne incinte mangiare pesce salato?

Forse quando non sei incinta ti piace goderti questo menu.

Quindi, quando sei incinta, ti chiedi anche, va ancora bene mangiare pesce salato in questo momento?

In realtà, non c'è alcun divieto speciale se vuoi mangiare pesce salato durante la gravidanza. Se può essere adattato o meno alle condizioni della madre, come lavorarlo e il tipo di pesce.

Il pesce salato è ottenuto da pesce che è stato conservato sotto sale, poi essiccato al sole per essiccare.

La quantità di sale del pesce salato varia a seconda di come viene lavorato.

Il pesce salato può andare bene se la tua pressione sanguigna è normale.

Tuttavia, se soffri di pressione alta durante la gravidanza, dovresti fare attenzione quando mangi questo menu di pesce.

Se controlli regolarmente le tue condizioni di gravidanza con il tuo medico, puoi scoprire qual è la tua attuale pressione sanguigna.

Di solito, il medico suggerirà cibi che dovrebbero essere consumati e che dovrebbero essere evitati durante la gravidanza in base alle proprie condizioni di salute.

Quando controlli il tuo utero, puoi chiedere al tuo medico se va bene mangiare pesce salato o meno e quanto è sicuro se hai determinate condizioni di salute.

Anche se non hai una storia di ipertensione, dovresti comunque essere vigile.

Di solito, nel terzo trimestre di gravidanza, la pressione sanguigna materna aumenta. Pertanto, dovresti evitare di mangiare pesce salato in questo momento.

Alcuni rischi per la salute derivanti dal consumo di pesce salato durante la gravidanza

In realtà, il pesce salato offre diversi benefici alle donne in gravidanza, ad esempio come fonte di proteine, ferro e omega-3.

Queste sostanze sono nutrienti di cui il corpo ha bisogno durante la gravidanza.

Tuttavia, ci sono alcuni rischi di cui le madri dovrebbero essere consapevoli se mangiano pesce salato durante la gravidanza, inclusi i seguenti.

1. Eccesso di sale durante la gravidanza

Le linee guida dietetiche per l'America 2020-2025 raccomandano che le donne in gravidanza non dovrebbero consumare più di 1 cucchiaino di sale al giorno.

Mentre il sale contenuto nel pesce salato è tantissimo.

L'eccessivo consumo di sale durante la gravidanza può portare a una serie di gravi problemi di salute, come:

  • alta pressione sanguigna,
  • martellante cuore,
  • osteoporosi e
  • malattie renali.

2. Avvelenamento da formalina e borace durante la gravidanza

Vari studi e indagini hanno dimostrato che il pesce salato venduto sul mercato è a rischio di contenere sostanze chimiche nocive come formalina e borace.

Il materiale che viene solitamente utilizzato per conservare i cadaveri viene aggiunto da produttori di pesce salato "cattivi" per conservare il pesce. Pertanto, dovresti essere vigile.

Lanciando il sito web del CDC, la formalina può interferire con la salute riproduttiva e rischiare di provocare un aborto spontaneo nelle donne incinte.

3. Avvelenamento da mercurio durante la gravidanza

Oltre all'avvelenamento con conservanti, le donne incinte che mangiano pesce salato sono anche a rischio di avvelenamento da mercurio da pesce ottenuto da mari inquinati.

Alcuni tipi di pesce assorbono il mercurio ad alti livelli. Lanciando la Mayo Clinic, l'avvelenamento da mercurio durante la gravidanza può danneggiare il cervello del bambino.

E se volessi mangiare pesce salato durante la gravidanza?

In determinate condizioni, ad esempio, quando hai voglia, potresti voler mangiare pesce salato. Per evitare possibili rischi per la salute, prova i seguenti suggerimenti.

1. Immergere il pesce salato in acqua prima della lavorazione

Prima della lavorazione, mettere a bagno il pesce salato in acqua tiepida per circa 60 minuti per ridurre il contenuto di formalina.

Puoi anche aggiungere un po' di sale all'acqua di ammollo.

In questo modo il contenuto di sale del pesce salato si riduce perché subisce una reazione di osmosi.

La speranza è che il menu per le donne incinte a base di pesce salato sia più sicuro.

2. Presta attenzione al tipo di pesce

Come spiegato in precedenza, alcuni tipi di pesce che vengono lavorati come pesce salato possono contenere mercurio.

Pertanto, prestare attenzione al tipo di pesce prima dell'acquisto.

L'USFDA cita i tipi di pesce che contengono alti livelli di mercurio, vale a dire pesce spada, squalo, re Mackerel , Pesce Marlin, pesce specchio aranciato , e tonno occhio grande .

Evita questi tipi di pesce se le donne incinte vogliono mangiare pesce salato.

3. Cuocere fino a cottura completa

Devi sapere che il pesce salato venduto al mercato è ancora allo stato crudo quindi rischia di contenere germi e batteri.

In modo che batteri e germi muoiano, assicurati di cuocere il pesce salato fino a quando non è completamente cotto, friggendo o facendo bollire.

4. Crea il tuo a casa

Per evitare il rischio di sostanze chimiche dannose durante la gravidanza, prova a preparare in casa il tuo pesce salato.

Usa solo un po' di sale e assicurati di utilizzare il tipo di pesce che è sicuro per il consumo da parte delle donne in gravidanza.

Tipi di pesce come pesce gatto, mujair, pesce gatto e sgombro possono essere la tua scelta.

5. Non mangiare pesce salato troppo spesso

Anche se hai seguito i metodi di cui sopra, ciò non significa che le donne incinte possano mangiare pesce salato ogni giorno.

Oltre ad anticipare il rischio di eccesso di sale, è necessario prestare attenzione anche ad un apporto nutritivo equilibrato durante la gravidanza.

Assicurati di mangiare una varietà di menu ogni giorno durante la gravidanza.

Combinalo con altre fonti proteiche come pollo, carne, uova e fagioli.