Salute

Effetti collaterali e complicazioni che possono derivare dai farmaci anestetici: procedura, sicurezza, effetti collaterali e benefici |

A seconda delle dimensioni della procedura medica di cui hai bisogno, il medico di solito inietta farmaci anestetici per intorpidire il tuo corpo durante un intervento chirurgico o un intervento chirurgico. L'anestesia può rendere un paziente immune da dolori e dolori per un po', ma ciò non significa che i farmaci anestetici siano esenti dal rischio di effetti collaterali e complicazioni dopo che l'anestetico svanisce.

Che cos'è un anestetico?

Il termine anestesia deriva dalla parola greca che significa perdita di sensibilità. L'anestesia è una procedura medica preoperatoria che mira a ridurre il dolore che può essere causato durante la procedura bloccando i segnali sensoriali al cervello che fanno allertare/svegliare una persona o sentire qualcosa.

Mentre sei sotto l'anestesia, diventi più calmo, non senti dolore o ti addormenti con forza. L'anestesia è anche utile per regolare la frequenza respiratoria, la pressione sanguigna e il flusso, nonché la frequenza cardiaca e il ritmo. Quando l'effetto anestetico svanisce, i segnali nervosi tornano al cervello in modo che la consapevolezza e le sensazioni provate dal corpo tornino alla normalità.

Gli effetti collaterali dei farmaci anestetici possono iniziare a manifestarsi una volta che l'anestetico svanisce. Ci sono molti fattori che possono aumentare il rischio di una persona di sperimentare effetti collaterali ed effetti dall'anestesia, come i livelli di salute e forma fisica, la dieta e lo stile di vita. Il rischio di effetti collaterali può anche differire l'uno dall'altro, a seconda del tipo di anestetico che il paziente riceve.

Effetti collaterali dell'anestesia generale

L'anestesia generale è anche conosciuta come anestesia generale. Questo è un tipo di anestetico che fa perdere completamente i sensi al paziente in modo che non senta alcun dolore durante l'operazione. L'effetto di questo farmaco influisce sul lavoro del cervello e su tutte le altre parti del corpo.

L'anestesia generale viene eseguita iniettando liquido anestetico in una vena o utilizzando un flusso di gas anestetico attraverso una maschera speciale. Questo tipo di anestesia viene utilizzato per gli interventi chirurgici importanti tenendo conto della sicurezza e del comfort del paziente.

Ci sono diversi effetti collaterali che possono essere causati dall'anestesia generale, tra cui:

  • Reazione allergica ai farmaci anestetici
  • Nausea e vomito
  • Carie
  • Diminuzione della temperatura corporea all'ipotermia
  • Male alla testa
  • Mal di schiena
  • Malfunzionamento del sistema respiratorio
  • Risvegliati nel bel mezzo del processo operativo

L'impatto di complicanze specifiche che possono derivare dall'anestesia generale:

  • Infezione del tratto respiratorio - può essere un'infezione della laringe, dal mal di gola alla polmonite. Questo perché una diminuzione della coscienza può far sì che le vie respiratorie non rispondano. Soprattutto se l'effetto anestetico rende il paziente nausea e vomita e il liquido del vomito entra nei polmoni, può causare infiammazione e infezione delle vie respiratorie. Tuttavia, questo può essere superato digiunando o limitando l'assunzione poche ore prima dell'intervento, i medici possono anche somministrare farmaci con la sostanza metoclopramide per aiutare a svuotare lo stomaco e ranitidina per aumentare i livelli di pH gastrico.
  • Danno ai nervi periferici – è il tipo di impatto che possono avere altri tipi di anestesia; anestesia regionale e locale. Ciò può verificarsi a causa del processo operativo o della posizione del corpo che è fissa e non si muove per molto tempo. Le parti del corpo più comunemente colpite sono la parte superiore delle braccia e le gambe intorno alle ginocchia. Il danno ai nervi può essere prevenuto e ridotto al minimo evitando posizioni estreme del paziente e bloccando il flusso sanguigno durante l'intervento.
  • Embolia – è l'ostruzione del flusso sanguigno dovuta alla presenza di corpi estranei nei vasi sanguigni inclusi sangue e coaguli d'aria. Le embolie causate dall'angina hanno maggiori probabilità di verificarsi negli interventi chirurgici sul sistema nervoso e negli interventi chirurgici intorno alle ossa pelviche. Il rischio di ciò può essere ridotto al minimo somministrando la profilassi deterrenti tromboembolici (TEDS) e eparina a basso peso molecolare (LMWH).
  • Morte – è il tipo più grave di complicazione sebbene la possibilità che si verifichi è molto piccola. La morte per anestesia generale è qualcosa che è influenzato da molti fattori, che vanno dal tipo di intervento chirurgico, al livello di salute del paziente e alle comorbilità o altre condizioni che possono mettere in pericolo il processo operativo.

Effetti collaterali dell'anestesia regionale

L'anestesia regionale è un tipo di farmaco anestetico che si concentra sull'azione dei nervi bloccando i nervi motori, sensoriali e autonomi. L'anestesia regionale viene eseguita con un bersaglio del midollo spinale o sul liquido cerebrospinale. L'anestesia regionale ha un rischio di morte inferiore rispetto all'anestesia generale, ma presenta un rischio di danni all'apparato respiratorio.

Effetti collaterali che possono essere causati dall'anestesia regionale:

  • Dolore e mal di testa
  • Ipotensione
  • Diminuzione della temperatura corporea all'ipotermia
  • Sanguinamento
  • Avvelenamento da anestetico
  • Reazione allergica
  • infezione spinale
  • Infezione della guaina del cervello (meningite)
  • Malfunzionamento del sistema respiratorio

Le seguenti sono alcune delle complicazioni specifiche che possono essere causate dall'anestesia regionale:

  • Blocco spinale totale – è un termine per il blocco delle cellule nervose periferiche causato da un'overdose di anestetici utilizzati nella colonna vertebrale. Questo provoca un effetto paralitico sui muscoli. Il blocco dei nervi può anche causare insufficienza del sistema respiratorio quando il paziente è incosciente. Per superare i disturbi respiratori, potrebbero essere necessarie misure aggiuntive per creare un tratto respiratorio e ventilazione.
  • Ipotensione – una diminuzione della pressione sanguigna è il risultato del blocco della funzione del nervo simpatico. Questo può essere superato aumentando la pressione nei vasi sanguigni con liquidi aggiuntivi, ma è necessario prestare attenzione alla storia della salute del cuore del paziente.
  • Deficit neurologico - è una diminuzione della funzione di alcuni nervi della colonna vertebrale che può essere temporanea o permanente. La causa principale è il danno al midollo spinale che si traduce in una diminuzione del lavoro dei nervi sensoriali e una diminuzione delle capacità motorie del corpo.

Effetti collaterali degli anestetici locali

L'anestesia locale è un tipo di farmaco anestetico utilizzato per interventi chirurgici minori che coinvolgono solo una piccola area della superficie corporea. Gli anestetici locali intorpidiscono una piccola area del corpo iniettando un anestetico nell'area da operare per alleviare il dolore. Il paziente rimarrà sveglio mentre viene applicata l'anestesia locale.

A differenza dell'anestesia generale e regionale, questo tipo di anestesia non presenta complicazioni, ma è comunque possibile causare vari effetti collaterali, ovvero:

  • Dolore
  • sanguinante
  • Infezione
  • Danni a una piccola parte dei nervi
  • morte cellulare