Salute muscoloscheletrica

Conoscere i sintomi, le cause e il trattamento delle fratture della colonna vertebrale

Proprio come altre parti dell'osso nella struttura ossea nel sistema di movimento, anche la colonna vertebrale può subire fratture chiamate fratture vertebrali. Questa condizione può essere pericolosa per la salute, quindi necessita di un trattamento immediato. Per conoscere meglio questa condizione, ecco le informazioni sui sintomi, le cause, le complicanze e il trattamento delle fratture vertebrali.

Che cos'è una frattura vertebrale?

Una frattura vertebrale o frattura vertebrale è una condizione in cui la colonna vertebrale si rompe o si rompe. La colonna vertebrale è formata da una serie di vertebre (vertebre) che si sovrappongono dalla base del cranio (collo) al bacino.

Della serie di ossa, la colonna vertebrale media (toracica) e la parte bassa della schiena (lombare) e la connessione tra le due (toracolombare) sono le fratture più comuni della colonna vertebrale. Le fratture della colonna vertebrale del collo sono più comunemente indicate come fratture cervicali, mentre le fratture del bacino sono più comunemente indicate come fratture pelviche.

Alcune fratture alla schiena possono essere molto gravi, ma può anche essere una condizione lieve. In condizioni lievi, il tipo di frattura che generalmente si verifica è una frattura da compressione, ovvero quando l'osso viene schiacciato, ma rimane comunque nella sua posizione normale. Questa condizione si verifica generalmente nei pazienti con osteoporosi.

Ma in condizioni gravi, la colonna vertebrale può rompersi e presentarsi in diverse aree dell'osso (frattura da scoppio) o addirittura spostarsi dalla sua posizione normale (frattura da lussazione). Questo tipo di frattura grave può causare instabilità spinale a lesioni del midollo spinale e danni ai nervi.

Il motivo è che una delle funzioni della colonna vertebrale è quella di proteggere il midollo spinale che fa parte del sistema nervoso centrale. I danni alla colonna vertebrale possono anche danneggiare il midollo spinale e i vasi sanguigni e i nervi che lo circondano. Quando ciò accade, il malato può sperimentare la paralisi.

Segni e sintomi di una frattura spinale

I sintomi di una frattura vertebrale o frattura vertebrale possono essere diversi per ogni paziente. Ciò dipende dalla gravità e dalla posizione specifica dell'osso fratturato. Ma in generale, i seguenti segni, caratteristiche e sintomi di fratture vertebrali che possono verificarsi:

  • Mal di schiena o dolore improvviso e grave, che generalmente peggiora quando ci si muove o in piedi e si attenua quando si è sdraiati sulla schiena.
  • Gonfiore intorno all'osso rotto.
  • Dolore che si irradia al braccio o alla gamba.
  • Difficoltà a camminare o muoversi.
  • Deformità, cambiamenti di forma o difetti visibili nella colonna vertebrale, come la curvatura.
  • Perdita di altezza o accorciamento del corpo.
  • Dolore o spasmo muscolare alla schiena, vicino alla frattura.

Oltre a quelli sopra menzionati, possono verificarsi anche alcuni sintomi legati a danni ai nervi e al midollo spinale se la frattura ha interessato entrambi. Alcuni di questi sintomi includono:

  • Intorpidimento, formicolio o debolezza degli arti.
  • A volte si verifica paralisi o paralisi.
  • Cambiamenti nella minzione/defecazione.

Se si verifica uno dei segni o sintomi sopra elencati o se si hanno domande, consultare il medico. Il corpo di ognuno reagisce in modo diverso. È sempre meglio discutere con il proprio medico ciò che è meglio per la propria situazione.

Cause e fattori di rischio per le fratture vertebrali

Una causa comune di fratture vertebrali è la pressione o un forte impatto sulla colonna vertebrale. Questa pressione o impatto si verifica generalmente a causa di una caduta dall'alto, un incidente automobilistico o motociclistico, un infortunio durante lo sport o un atto di violenza, come essere sparati. Infatti, secondo quanto riportato da Wellstar, ben il 45 per cento dei pazienti con fratture vertebrali è causato da incidenti stradali.

Gli eventi traumatici di cui sopra mettono troppa pressione sulla colonna vertebrale, quindi le vertebre possono fratturarsi perché non possono resistere alla forza. Inoltre, il trauma può far muovere il corpo in modi estremi, esercitando forze estreme sulla colonna vertebrale.

Questa forza estrema provoca cambiamenti nella forma o deformità della colonna vertebrale. La deformità può essere minima con una leggera pressione, ma può anche diventare grave, come piegarsi in avanti (cifosi), se la pressione è molto forte.

Inoltre, la pressione o l'impatto che il corpo riceve può aumentare il rischio di provocare fratture se si hanno ossa deboli. Esistono diverse condizioni mediche che indeboliscono le ossa, come l'osteoporosi, il cancro che si è diffuso alla colonna vertebrale o il cancro alle ossa o i tumori spinali.

In questa condizione, semplici movimenti o una leggera pressione, come raggiungere oggetti, torcere il corpo o cadere leggermente, possono causare fratture.

Oltre alle cause di cui sopra, ci sono molti altri fattori che possono aumentare il rischio di una persona di subire una frattura spinale. Alcuni di questi fattori di rischio, vale a dire:

  • Anziano.
  • Donne, soprattutto quelle anziane o che hanno attraversato la menopausa.
  • Mancanza di assunzione di calcio che tende a causare una bassa densità ossea.
  • Atleti o fare esercizi ad alta intensità.

Diagnosi di frattura spinale

Per diagnosticare una frattura vertebrale, il medico ti chiederà quali sono i tuoi sintomi, come si è verificata la lesione o il trauma, nonché alcune condizioni mediche e fattori di rischio che il paziente potrebbe avere. Successivamente, il medico eseguirà un esame fisico dell'area della colonna vertebrale e testerà la tua gamma di movimento, compreso l'annotazione se eventuali movimenti specifici causano, aumentano o riducono il dolore.

Se il medico sospetta che tu abbia un danno ai nervi, può eseguire un esame neurologico. In un esame neurologico, lo specialista della colonna vertebrale metterà alla prova i tuoi riflessi e la forza muscolare, altri cambiamenti nervosi e la diffusione del dolore.

Successivamente, il medico confermerà la diagnosi di frattura spinale eseguendo test di imaging, come:

  • Raggi X. Questo test mostra chiaramente una tua foto e se hai una frattura.
  • Scansione TC della colonna vertebrale. Questo test serve per identificare se la frattura ha colpito i nervi e il midollo spinale.
  • Scansioni MRI. Questo test esamina i tessuti molli, come dischi e nervi, per determinare se ci sono altre cause di dolore nel paziente, nonché per determinare il tipo di frattura e la gravità della frattura.

Trattamento per le fratture vertebrali

I pazienti con fratture vertebrali dovute a eventi traumatici devono ricevere cure di emergenza sul luogo dell'incidente. In questa condizione, il team medico generalmente allegherà un dispositivo di supporto per il collo e una tavola spinale per impedire il movimento in entrambe le parti del corpo. Il motivo è che il movimento nell'area della colonna vertebrale fratturata può aumentare la probabilità di lesioni del midollo spinale.

Una volta confermata la frattura vertebrale, il medico determinerà il trattamento appropriato per la sua condizione. La determinazione di questo trattamento dipende dalla lesione o dalla causa della frattura, dal tipo di frattura e dalla presenza di danni ai nervi o al midollo spinale a causa della condizione.

Tuttavia, in generale, il trattamento per le fratture vertebrali è generalmente indicato, vale a dire:

  • Droghe

I medici di solito somministrano antidolorifici, come il paracetamolo (paracetamolo) e farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l'ibuprofene per trattare il dolore comune. Se il dolore peggiora, possono essere aggiunti anche altri antidolorifici.

Possono essere somministrati anche farmaci per gli spasmi muscolari, come il diazepam. Parla con il tuo medico del tipo di farmaco giusto per te.

  • Bretelle o corsetto

Nelle fratture vertebrali meno gravi, come le fratture da compressione in persone con osteoporosi, il medico può consigliarle di utilizzare un tutore spinale, come bretelle o corsetto. Questo strumento verrà generalmente utilizzato per 6-12 settimane, a seconda delle condizioni di ciascun paziente.

Bretelle o il corsetto ha la stessa funzione di un calco in pazienti con fratture delle gambe o fratture della mano, vale a dire ridurre il movimento (immobilizzazione) delle ossa durante il periodo di guarigione. Bretelle oppure questo corsetto può anche aiutare a ridurre il dolore e prevenire alterazioni della forma della colonna vertebrale dovute a fratture.

  • operazione

In condizioni di gravi fratture vertebrali, anche in caso di danni ai nervi e al midollo spinale, verrà generalmente eseguito un intervento chirurgico per frattura. Lo scopo della procedura chirurgica per le fratture vertebrali è ripristinare l'osso nella sua posizione originale, stabilizzare la frattura e ridurre la pressione sul midollo spinale e sui nervi.

La procedura chirurgica data dipende dal tipo di frattura che ha. Nei pazienti con gravi fratture da compressione, sono possibili due procedure chirurgiche, vale a dire la vertebroplastica e la cifoplastica. La vertebroplastica viene eseguita inserendo un catetere nella colonna vertebrale fratturata e iniettando cemento osseo attraverso il catetere per stabilizzare la colonna vertebrale.

Mentre la cifoplastica viene eseguita inserendo uno strumento chirurgico a forma di tubo nell'osso rotto nella parte posteriore. Quindi il tubo verrà pompato per riportare l'osso rotto nella sua posizione e altezza originale e formare una cavità da riempire con cemento osseo. Una volta riempita la cavità, il tubo verrà nuovamente rimosso e l'incisione chirurgica verrà chiusa.

Oltre a queste due procedure chirurgiche, il processo di stabilizzazione dell'osso può essere eseguito anche con altre procedure, come la chirurgia di fusione spinale o l'installazione di speciali dispositivi di fissaggio, come viti, aste o gabbie, inclusa la laminectomia.

La laminectomia viene generalmente eseguita su frattura da scoppio instabile. In questa operazione, il chirurgo rimuoverà la parte posteriore della colonna vertebrale (lamina) e altre ossa che premono sul midollo spinale. Successivamente, il medico ristabilizzerà l'osso rotto ricostruendo l'osso o posizionando le viti sopra e sotto l'osso rotto.

  • Terapia o riabilitazione

Dopo il trattamento, chirurgico o non chirurgico, generalmente viene eseguita la terapia fisica (fisioterapia) o la riabilitazione per aiutare a ripristinare la gamma di movimento e svolgere le normali attività. Altre terapie, come la terapia occupazionale, possono essere necessarie a seconda delle condizioni del singolo paziente. Consultare un medico o un terapista a riguardo.

Quanto tempo ci vuole per riprendersi da una frattura vertebrale?

Le fratture vertebrali generalmente guariscono in 6-12 settimane. In quel periodo bretelle continuerà ad essere utilizzato. Anche dopo aver subito un intervento chirurgico, bretelle dovrebbe essere usato per aiutare il processo di guarigione. Dopodiché, probabilmente passerai attraverso la terapia fisica per tre-sei settimane.

Il medico ti dirà quando puoi riprendere le normali attività. Fratture minori ti consentono di tornare al tuo stile di vita normale. Le fratture gravi possono richiedere mesi o anni per guarire completamente.

Per aiutare il processo di recupero, dovresti smettere di fumare, non consumare alcolici e mangiare cibi per le fratture che sono buoni da mangiare. Non dimenticare di fare sempre esercizi di movimento come suggerito dal tuo fisioterapista.

Complicazioni che possono verificarsi da fratture vertebrali

Avere una frattura vertebrale aumenta il rischio di sviluppare altre condizioni mediche o complicazioni. Alcune delle possibili complicanze di una frattura vertebrale sono:

  • Coaguli di sangue nel bacino e nelle gambe a causa di un riposo troppo lungo durante l'immobilizzazione o il trattamento.
  • Embolia polmonare, che si verifica quando un coagulo di sangue si rompe e viaggia verso i polmoni.
  • Polmonite. Ciò si verifica generalmente quando una frattura vertebrale ha provocato una lesione del midollo spinale. La condizione può colpire il diaframma e i muscoli del torace e delle pareti addominali, rendendo più difficile respirare e tossire.
  • Piaghe da decubito o piaghe da decubito, risultanti dall'essere in una posizione per troppo tempo, come sdraiarsi a letto, durante un periodo di immobilizzazione o trattamento.

Inoltre, ci sono anche rischi o complicazioni che possono sorgere associati all'intervento chirurgico alla colonna vertebrale che stai subendo. Queste complicazioni, vale a dire sanguinamento, infezione, perdita di liquido spinale, mancata unione (nessuna fusione ossea) o complicazioni da altre lesioni.