Salute muscoloscheletrica

Informazioni complete sulle fratture del collo (fratture cervicali)

Le fratture possono verificarsi in qualsiasi struttura ossea in qualsiasi parte del corpo, compreso il collo. Le fratture del collo o le fratture cervicali sono condizioni gravi che richiedono cure mediche immediate per prevenire la paralisi e persino la morte. Ecco una panoramica completa delle fratture cervicali, inclusi sintomi, cause e trattamenti comuni.

Che cos'è una frattura cervicale o frattura cervicale?

Una frattura cervicale o frattura cervicale è una condizione in cui una delle sette ossa del collo è rotta o fratturata. Le sette vertebre cervicali sono esse stesse la parte superiore della colonna vertebrale, che serve a sostenere la testa e collegarla alle spalle e al corpo.

Qualsiasi lesione o danno alla colonna vertebrale può causare perdita di sensibilità, paralisi permanente o persino morte istantanea. Il motivo è che il midollo spinale in esso contenuto fa parte del sistema nervoso centrale che controlla tutti i sistemi del corpo, compreso il sistema di movimento umano.

Pertanto, le fratture del collo richiedono cure mediche immediate per prevenire queste cose indesiderate.

Segni e sintomi di frattura cervicale o frattura cervicale

I sintomi di una frattura cervicale possono variare da persona a persona, a seconda della parte dell'osso fratturata, della gravità e di altre lesioni associate. Tuttavia, in generale, i segni e i sintomi di una frattura cervicale che possono verificarsi includono:

  • Dolore al collo o dolorabilità generalmente grave, specialmente quando ci si sposta o si preme su un'area rotta o screpolata.
  • Dolore che si irradia dal collo alla spalla o al braccio.
  • Gonfiore, lividi e tenerezza nella zona del collo.
  • Il collo si sente rigido o ha difficoltà a muovere il collo e altre parti del corpo attorno ad esso.
  • Intorpidimento, perdita di sensibilità, sensazione di debolezza o addirittura paralisi alle braccia o alle gambe.
  • Diminuzione dell'equilibrio corporeo.

In casi molto gravi, le fratture cervicali possono anche causare emorragie interne, soprattutto se l'osso rotto danneggia i vasi sanguigni circostanti.

Potrebbero esserci altri sintomi non menzionati sopra. Se riscontri uno di questi segni o sei preoccupato per un sintomo, specialmente se hai subito di recente una lesione al collo, dovresti consultare immediatamente un medico per un trattamento adeguato.

Cause delle fratture cervicali a cui prestare attenzione

La causa principale di fratture o fratture è lesioni o traumi dovuti a pressione o impatto su alcune parti del corpo. Nelle fratture cervicali, queste lesioni e impatti provengono generalmente da una collisione o da un incidente automobilistico, sia automobilistico che motociclistico.

Inoltre, anche una caduta dall'alto o un colpo diretto alla testa o al collo possono causare fratture cervicali. Le fratture in questa parte dell'osso possono verificarsi anche a causa di forti e improvvise torsioni del collo o forzate.

Oltre a queste condizioni, le fratture cervicali possono verificarsi anche a causa dell'impatto durante gli sport di contatto fisico, come il rugby, l'hockey, il wrestling o il calcio. Tuttavia, anche gli infortuni durante gli sport senza contatto possono essere una delle cause, come le immersioni in zone poco profonde, le cadute durante lo sci, il surf, l'equitazione, il ciclismo e le corse motociclistiche, nonché gli infortuni durante il sollevamento pesi o la ginnastica.

Oltre alle cause di cui sopra, ci sono diversi fattori che aumentano il rischio di una persona di subire una frattura al collo. Ecco i fattori di rischio:

  • Anziano.
  • Condizioni che indeboliscono le ossa, come l'osteoporosi o il cancro.
  • Atleti o che praticano sport di contatto fisico, come calcio, rugby, hockey e così via.
  • Non indossare cinture di sicurezza o equipaggiamento sportivo protettivo.
  • Trauma cranico o altri traumi, come traumi al torace o frattura dell'anca.
  • Lavora o fai attività che comportano l'altezza.
  • Essere intorno alla violenza.

Come diagnosticare una frattura cervicale o una frattura del collo

Il medico generalmente chiederà informazioni sui sintomi e sulle lesioni e sulle condizioni mediche generali per diagnosticare una frattura cervicale. Quindi, il medico eseguirà un esame fisico intorno al collo per esaminare l'area lesa.

Verrà inoltre eseguito un esame neurologico completo per identificare eventuali danni ai nervi o al midollo spinale che questa frattura potrebbe aver causato. Oltre a questi esami, possono essere eseguiti anche diversi test di imaging per confermare la diagnosi di una frattura cervicale. Alcuni dei test di imaging che vengono comunemente eseguiti sono:

  • Raggi X a raggi X. Questo test viene eseguito per scoprire quale parte dell'osso del collo è fratturata.
  • risonanza magnetica. Questo test viene generalmente eseguito per cercare danni al midollo spinale che possono derivare da una frattura del collo.
  • Scansione TC. Questo test viene generalmente eseguito per identificare lesioni ossee non visibili ai raggi X e per determinare se il midollo spinale è compresso da una raccolta di sangue.

Trattamento per le fratture del collo

Una volta che hai una lesione al collo, è importante non muoverti o muoverti prima di essere trattato da un medico competente. Muovere il collo e altre parti del corpo può aumentare le possibilità di danni al midollo spinale.

Inoltre, potresti subire lesioni ad altre parti del tuo corpo insieme a fratture cervicali, come le fratture vertebrali. Pertanto, se si sospetta una frattura del collo, la zona della testa e del collo deve essere immobilizzata con un tutore per il collo, una volta che si verifica la lesione fino a quando non viene confermata la diagnosi di un medico.

Per gli atleti che si infortunano durante lo sport, l'immobilizzazione può essere eseguita indossando ancora il casco o le spalline utilizzate durante lo sport, fino a quando non viene effettuata una visita medica. Una volta confermata la diagnosi di frattura cervicale, generalmente riceverai un trattamento per la frattura per ridurre il dolore e aiutare il processo di guarigione.

Il trattamento dato può essere diverso per ogni paziente. Ciò dipende dalla parte dell'osso rotta, dal tipo di frattura, dalla gravità, dalla lesione o dal danno al midollo spinale che possono verificarsi, dall'età e dalle condizioni mediche generali del paziente. Tuttavia, in generale, ecco alcuni trattamenti per le fratture del collo che vengono comunemente somministrati:

  • Droghe

Il dolore dovuto a una frattura al collo è spesso insopportabile. Pertanto, gli antidolorifici, come il paracetamolo, verranno generalmente somministrati per aiutare a trattare questa condizione. Come riportato da Advanced Orthopaedic, i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS), come l'aspirina o l'ibuprofene, di solito non sono un'opzione perché si dice che interferiscano con la guarigione ossea.

  • Collare cervicale o collare

Un collare cervicale o un tutore per il collo è un morsetto o un dispositivo di supporto come un collare per impedire il movimento del collo durante il periodo di guarigione di un osso rotto. Questo strumento può mantenere l'osso rotto nella giusta posizione durante il processo di guarigione.

Di solito, un collare cervicale o un tutore per il collo viene utilizzato in caso di fratture del collo meno gravi, come le fratture da compressione nelle persone con osteoporosi. La durata del suo utilizzo può raggiungere le 6-8 settimane fino a quando l'osso rotto non guarisce o si riunisce. Tuttavia, a volte viene utilizzato anche dopo che l'osso è guarito per ristabilire il collo.

  • Cast, halo vest o trazione

In caso di fratture cervicali più complesse o gravi, il tutore o tutore per il collo è generalmente più rigido. Questo strumento può essere un giubbotto aureola (ciao gilet), trazione, un gesso per frattura più rigido o una combinazione di questi per impedire il movimento e mantenere l'osso nella posizione corretta durante la guarigione.

L'uso di questi strumenti può generalmente richiedere più tempo, raggiungendo 8-12 settimane o 2-3 mesi, fino alla guarigione dell'osso.

  • operazione

La chirurgia della frattura può essere eseguita anche per trattare le fratture cervicali. Generalmente, l'intervento chirurgico o chirurgico viene eseguito quando l'osso rotto viene staccato o spostato dalla sua posizione normale.

Attraverso una procedura chirurgica, queste fratture vengono riallineate nella loro posizione normale e utilizzando placche, viti o cavi per tenere insieme i pezzi di osso. Inoltre, la chirurgia viene spesso eseguita anche per ridurre la pressione sul midollo spinale a causa di fratture cervicali che si verificano.

  • Terapia

Dopo la guarigione, sarà necessario fare fisioterapia o riabilitazione per ripristinare la forza dei muscoli del collo che tendono a irrigidirsi a causa di fratture. Questa terapia è utile anche per migliorare la stabilità e proteggere meglio il rachide cervicale. Di solito, la terapia fisica dura diversi mesi o addirittura anni fino a quando il collo non è completamente guarito e si possono riprendere le normali attività.

Potresti anche aver bisogno di altri tipi di terapia, come la terapia occupazionale o la psicoterapia, se la frattura cervicale ha colpito il midollo spinale e i nervi e ha causato la paralisi. Questa terapia può aiutarti a svolgere le normali attività, come il lavoro o la vita sociale. Segui i consigli del tuo medico riguardo alla necessità di questa terapia o riabilitazione.

Cose che aiutano il processo di guarigione della frattura cervicale

Il processo di guarigione della frattura può variare da persona a persona, a seconda dell'età, della gravità e delle condizioni di salute di ciascun paziente. I bambini e i pazienti in buona salute possono riprendersi più velocemente di quelli più grandi o con determinate condizioni mediche.

Una persona con gravità bassa può riprendersi in poche settimane. Tuttavia, nei pazienti più gravi possono essere sottoposti a trattamento fino a mesi.

Oltre a questi fattori, dovresti riposare per accelerare il processo di guarigione. Non tornare di corsa alle normali attività o praticare determinati sport senza che il medico ne sia a conoscenza. Questo può effettivamente aumentare il rischio di danni permanenti o addirittura di paralisi, richiedendoti una riabilitazione a lungo termine,

Si consiglia inoltre di fare esercizio ogni giorno secondo il consiglio del proprio fisioterapista o terapista occupazionale. Ricorda, di seguire sempre i consigli del tuo medico e terapista per aiutare il processo di guarigione e recupero, incluso mangiare i cibi consigliati per le fratture ed evitare vari tabù.