Salute muscoloscheletrica

Chirurgia della colonna vertebrale: tipi, procedure ai rischi

La chirurgia spinale non è il trattamento principale per i problemi alla colonna vertebrale. Tuttavia, in determinate condizioni, questa procedura di trattamento è talvolta necessaria per aiutarla a trattarla. Pertanto, è importante sapere quando è necessario un intervento chirurgico, nonché come preparare, eseguire la procedura e le cose che richiedono attenzione. Ecco le informazioni complete per te.

Che cos'è la chirurgia della colonna vertebrale?

La chirurgia spinale è una procedura medica che aiuta a trattare vari problemi che causano dolore alla colonna vertebrale. Generalmente, questa procedura di trattamento viene eseguita quando vari altri tipi di cure mediche non sono riusciti ad alleviare il dolore alla colonna vertebrale o stanno peggiorando.

Per informazione, il dolore alla colonna vertebrale o alla schiena è un sintomo comune per molte persone. Di solito, questi sintomi migliorano da soli entro tre mesi. Nel frattempo, se è necessario un trattamento, di solito sono sufficienti farmaci antinfiammatori, fisioterapia o altri trattamenti non chirurgici per trattare questa condizione.

Per ottenere il trattamento giusto, un team di medici ti aiuterà a decidere se l'intervento chirurgico è appropriato per la tua condizione.

Chi ha bisogno di un intervento chirurgico alla colonna vertebrale?

La chirurgia per la colonna vertebrale viene solitamente eseguita su qualcuno che avverte continuamente dolore alla schiena. Tuttavia, vari trattamenti medici che sono stati dati non hanno mostrato risultati ottimali.

Inoltre, questo trattamento può anche essere un'opzione per qualcuno che avverte dolore o intorpidimento in una o entrambe le braccia e le gambe. Di solito, questi sintomi si verificano a causa della pressione sul midollo spinale, a causa di problemi con i dischi spinali o della crescita di speroni ossei nella colonna vertebrale a causa dell'osteoartrite.

Ecco alcune condizioni mediche che generalmente richiedono un intervento chirurgico alla colonna vertebrale:

  • Dischi o cuscinetti spinali danneggiati, come sporgenti o rotti.
  • Stenosi spinale, che è un restringimento della colonna vertebrale che esercita pressione sul midollo spinale e sui nervi.
  • Spondilolistesi, che è una condizione in cui una o più ossa della colonna vertebrale cadono fuori posto.
  • Fratture spinali, causate da lesioni del midollo spinale o osteoporosi.
  • Malattie o problemi nei dischi spinali che si verificano in modo degenerativo o a causa del processo di invecchiamento.
  • Anomalie spinali, come scoliosi o cifosi, sia nei bambini che negli adulti.

In rari casi, segnalati dall'American Society of Anesthesiologists, la chirurgia della colonna vertebrale è spesso raccomandata anche per le persone con mal di schiena causato da tumori, infezioni o problemi alle radici nervose chiamati sindrome della cauda equina. Per scoprire la tua condizione, puoi fare un controllo dei sintomi con il calcolatore della salute su .

Diversi tipi di chirurgia per la colonna vertebrale

La chirurgia spinale ha vari tipi. Il tipo di intervento chirurgico dato dipende dalla causa del mal di schiena che appare e dalle condizioni di ciascun paziente. Ecco i tipi di chirurgia della colonna vertebrale che i medici eseguono comunemente:

  • Laminectomia

La laminectomia è una procedura chirurgica che rimuove l'intera lamina, le piccole ossa che compongono la colonna vertebrale o gli speroni ossei nella zona posteriore che causano il restringimento del canale spinale e la pressione sui nervi. Questa rimozione ossea mira ad allargare il canale spinale e ridurre la pressione sui nervi.

  • laminotomia

La laminotomia è una procedura chirurgica simile a una laminectomia. Tuttavia, una laminotomia rimuove solo una parte della lamina per alleviare la pressione in determinati punti della colonna vertebrale.

  • Discectomia

Una discectomia è la rimozione chirurgica della porzione erniata o danneggiata del disco spinale per alleviare l'irritazione e l'infiammazione dei nervi. Questa procedura chirurgica viene spesso eseguita in combinazione con una laminectomia per accedere al disco danneggiato.

  • foraminotomia

Una foraminotomia è una procedura chirurgica per aprire o allargare i forami, che sono spazi vuoti nelle articolazioni spinali dove i nervi entrano ed escono dal canale spinale. Questo intervento viene eseguito per evitare che i dischi o le articolazioni gonfie premano sui nervi.

  • fusione spinale

Chirurgia di fusione spinale o fusione spinale Questo viene fatto unendo due o più ossa nella colonna vertebrale. Questa procedura viene spesso utilizzata per alleviare il dolore causato da dischi danneggiati o feriti.

  • Vertebroplastica

La vertebroplastica è una procedura medica per stabilizzare un tipo di frattura da compressione nell'area della colonna vertebrale. In questo trattamento, il cemento osseo viene iniettato nell'area della colonna vertebrale che è incrinata o rotta. Il cemento si indurirà per sostenere la colonna vertebrale.

  • Cifoplastica

Proprio come la vertebroplastica, anche la cifoplastica viene eseguita iniettando cemento speciale nella colonna vertebrale fratturata o rotta. Tuttavia, nella cifoplastica, il medico prima aprirà lo spazio o allargherà l'area della colonna vertebrale con un palloncino speciale, prima che venga iniettato il cemento.

Preparazione prima dell'intervento chirurgico alla colonna vertebrale

Prima di sottoporsi a un intervento chirurgico alla colonna vertebrale, il medico esaminerà prima le tue condizioni generali. Ciò include l'esecuzione di un esame fisico, la raccolta di un'anamnesi completa ed eventualmente l'esecuzione di test di imaging, come i raggi X, per determinare la posizione del problema spinale.

Inoltre, è necessario prestare attenzione a quanto segue prima di eseguire l'operazione:

  • Informa il tuo medico di eventuali farmaci che stai assumendo, inclusi quelli da prescrizione, da banco, vitamine e integratori a base di erbe.
  • Informi il medico se soffri di condizioni mediche, ad esempio se sei incinta, soffri di allergie o hai una storia di disturbi emorragici.
  • Smettere di fumare.
  • Interrompi l'assunzione di determinati farmaci, come farmaci che fluidificano il sangue, aspirina o altri farmaci che influenzano la coagulazione del sangue.
  • Digiuno per alcune ore prima dell'operazione.

procedura di chirurgia della colonna vertebrale

Il medico inizierà l'operazione somministrandoti l'anestesia generale. Ciò significa che dormirai profondamente durante la procedura chirurgica.

Una volta che sei incosciente, può essere posizionato un catetere per il drenaggio dell'urina. Successivamente, verranno tagliati tutti i capelli che potrebbero crescere intorno al sito chirurgico. L'area chirurgica verrà anche pulita con un sapone speciale o un antisettico per prevenire l'infezione.

Dopo che questi preparativi sono stati completati, il medico eseguirà un'incisione nel collo, nella schiena, nello stomaco o nella gola per poter accedere alla colonna vertebrale problematica. I muscoli circostanti saranno spinti o allungati.

In una foraminotomia, viene rimosso lo sperone osseo o il disco che blocca i forami. Durante la chirurgia laminotomia, laminectomia e discectomia, verrà eseguita la rimozione della parte problematica dell'osso o del disco.

Per quanto riguarda la chirurgia di fusione spinale, le ossa verranno unite una volta aperta l'incisione. Successivamente, verranno installati strumenti metallici, come viti o innesti ossei per incollare o stabilizzare l'osso che è stato unito.

Al termine, l'incisione verrà chiusa con punti di sutura. Quindi, verrà applicata una benda o una medicazione sterile per prevenire l'infezione.

A differenza di altri tipi di chirurgia, la vertebroplastica e la cifoplastica generalmente non richiedono un'incisione. In entrambe queste procedure, il medico inserirà un palloncino e cemento osseo attraverso una siringa nella pelle e nelle aree muscolari della schiena.

Dopo l'intervento chirurgico alla colonna vertebrale

Dopo che l'intervento è stato completato, potresti essere autorizzato a tornare a casa lo stesso giorno. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, dovrai rimanere in ospedale per alcuni giorni per riprenderti dopo l'intervento, incluso l'esercizio del corpo e la deambulazione.

Potresti anche sentire dolore o disagio nell'area in cui sono stati utilizzati i punti. Ma non preoccuparti, questo dolore generalmente migliorerà in pochi giorni o settimane. Il medico somministrerà anche farmaci antidolorifici per aiutarlo a superarlo.

Una volta tornato a casa, di solito non ti è permesso svolgere le normali attività fino a quando le tue condizioni non sono completamente guarite. Il periodo di recupero per ogni tipo di intervento chirurgico può essere diverso. Nella chirurgia della laminectomia e della fusione spinale, il periodo di recupero totale può essere di 3-4 mesi o addirittura un anno.

Durante questo periodo di recupero, potresti aver bisogno di fisioterapia per aiutarti ad allenare i tuoi movimenti. Alcuni farmaci e vitamine possono anche essere somministrati per rafforzare le ossa o prevenire complicazioni indesiderate.

Non dimenticare di controllare regolarmente con il medico su un programma predeterminato. Tuttavia, dovresti anche rimanere vigile e consultare immediatamente un medico se si verificano determinati sintomi, come ad esempio:

  • Dolore o intorpidimento che non scompare nell'area dell'incisione, che è accompagnato da gonfiore o arrossamento.
  • Febbre di 38,3°C o più.
  • Scarico dalla ferita chirurgica.
  • Perdita di sensibilità alle braccia o alle gambe e ai piedi.
  • Dolore al petto o mancanza di respiro.
  • Difficoltà a urinare o controllare i movimenti intestinali.

Rischio di complicanze della chirurgia spinale

Vari rischi di complicanze da chirurgia spinale che possono verificarsi, vale a dire:

  • Infezione.
  • Sanguinamento.
  • Reazioni allergiche a sostanze chimiche o farmaci utilizzati durante l'intervento chirurgico.
  • Coaguli di sangue nelle gambe o nei polmoni.
  • Ferite chirurgiche che non guariscono.
  • Lesioni ai vasi sanguigni o ai nervi dentro e intorno alla colonna vertebrale.
  • Il dolore alla colonna vertebrale non scompare o addirittura aumenta.
  • Paralisi.
  • Frattura di una costola o di un altro osso vicino.