Salute respiratoria

Trapianto di polmone: preparazione, processo, rischi |

Nel sistema respiratorio umano, i polmoni sono organi che hanno un ruolo importante nel processo di scambio di ossigeno dall'aria e anidride carbonica dal sangue. Pertanto, è importante che tutti mantengano sempre la salute dei polmoni in modo che la sua funzione sia mantenuta. Sfortunatamente, è possibile che i polmoni possano essere danneggiati a causa di determinate condizioni, quindi devono essere sostituiti con nuovi. Bene, questo metodo di sostituzione del polmone è chiamato trapianto o innesto polmonare.

Che cos'è un trapianto di polmone?

Un trapianto di polmone o innesto di polmone è una procedura chirurgica eseguita per sostituire un polmone danneggiato con un polmone sano.

Questi polmoni sani e normalmente funzionanti sono generalmente ottenuti da persone che sono morte. Tuttavia, questo viene ovviamente fatto con il consenso del donatore prima della morte.

In rari casi, una persona vivente può anche donare polmoni purché siano abbinati al ricevente del donatore di organi.

A seconda delle condizioni mediche del paziente, un innesto polmonare può essere eseguito su una o entrambe le parti del polmone.

A volte, questa procedura viene eseguita anche contemporaneamente a un trapianto di cuore.

Sebbene questa procedura sia classificata come ad alto rischio, un trapianto di polmone di successo migliorerà sicuramente in modo significativo la salute e la qualità della vita del paziente.

Quando è necessaria questa procedura?

Il trapianto di polmone può essere un'opzione se le condizioni di salute del paziente non migliorano anche dopo aver subito vari tipi di trattamento.

I polmoni danneggiati renderanno difficile la respirazione del paziente. Non solo, la mancanza di ossigeno nel corpo può anche influenzare le prestazioni di altri organi del corpo.

Alcuni dei problemi di salute associati al danno polmonare sono:

  • broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO),
  • enfisema,
  • lesioni ai polmoni (fibrosi polmonare),
  • ipertensione polmonare, e
  • fibrosi cistica.

Tuttavia, non tutti dovrebbero sottoporsi a questa procedura di sostituzione del polmone. Alcuni dei fattori che impediscono ai pazienti di ricevere un trapianto sono i seguenti.

  • Avere una malattia infettiva attiva.
  • Hanno o sono attualmente affetti da cancro.
  • Ha una malattia cronica dei reni, del fegato o del cuore.
  • La sua malattia polmonare era troppo grave.
  • Riluttante a cambiare stile di vita dopo il trapianto di polmone, come smettere di fumare e bere alcolici.
  • Soffre di disturbi psicologici o tossicodipendenza.

Cosa dovrebbe essere preparato prima di una procedura di trapianto di polmone?

La preparazione per un trapianto di polmone di solito inizia molto prima del giorno dell'intervento. Il processo può richiedere settimane, mesi o addirittura anni.

Prima di decidere di sottoporsi a questa procedura, l'équipe medica esaminerà l'anamnesi e le condizioni di salute fisica e mentale del paziente.

Il team medico discuterà anche quali saranno i rischi e i benefici dopo aver eseguito questa procedura chirurgica.

Alla ricerca del donatore di organi giusto

Quando il medico ha confermato che il paziente ha bisogno ed è autorizzato a sottoporsi a una procedura di trapianto di polmone, il nome del paziente verrà registrato per attendere un donatore di organi.

Trovare polmoni disponibili per la donazione è spesso una sfida per i pazienti.

Il motivo è che non sempre il numero di donatori di polmone è direttamente proporzionale alla lista di coda dei potenziali donatori riceventi.

Se è disponibile un polmone donatore, il paziente non può essere sottoposto immediatamente a un intervento chirurgico.

Ci sono diversi criteri che devono essere soddisfatti per garantire che i polmoni corrispondano al corpo del paziente donatore, come ad esempio:

  • gruppo sanguigno,
  • la dimensione del polmone del donatore e della cavità toracica del ricevente del donatore,
  • le condizioni di salute del donatore ricevente, e
  • la distanza tra la residenza del donatore e il ricevente del donatore.
medici, esecuzione, operazione

Com'è il processo di trapianto di polmone?

Prima dell'intervento verrà formata una speciale équipe medica composta da pneumologi, anestesisti, chirurghi, specialisti in infezioni, psicologi o psichiatri.

Se i polmoni da donare sono disponibili, il paziente verrà immediatamente contattato e invitato a recarsi in ospedale il prima possibile.

Secondo il sito web del National Heart, Lung and Blood Institute, l'intervento di sostituzione di un polmone richiede 4-8 ore.

Nel frattempo, se entrambi i polmoni devono essere trapiantati, l'operazione richiederà circa 6-12 ore.

Ecco alcuni dei passaggi che verranno saltati durante la procedura di trapianto di polmone.

  • Il paziente avrà un tubo posizionato nel naso e nella gola per aiutare la respirazione.
  • L'équipe medica prescriverà l'anestesia generale o l'anestesia generale in modo che il paziente si addormenti e non senta dolore.
  • A seconda delle condizioni di salute del paziente, l'équipe medica installerà anche la macchina circonvallazione cuore e polmoni per mantenere il sangue che scorre normalmente durante l'intervento chirurgico.
  • Il chirurgo eseguirà un'incisione nel torace per rimuovere il polmone.
  • Dopo che il polmone danneggiato è stato rimosso, il nuovo polmone viene posizionato e collegato al tratto respiratorio e ai vasi sanguigni del paziente.
  • Se il nuovo polmone funziona correttamente, l'incisione toracica verrà richiusa.

Dopo la procedura di trapianto polmonare

Una volta completato l'intervento chirurgico ai polmoni, il paziente verrà portato nell'unità di terapia intensiva o in terapia intensiva per diversi giorni.

Affinché il sistema respiratorio funzioni senza problemi durante il recupero, l'équipe medica installerà una macchina per il ventilatore.

Se le condizioni del paziente iniziano a migliorare, il paziente verrà trasferito dalla terapia intensiva in una stanza normale. La degenza in ospedale dopo un trapianto di polmone richiede solitamente 1-3 settimane.

Se il paziente è stato autorizzato a tornare a casa dall'ospedale, il paziente deve comunque sottoporsi a controlli di routine per 3 mesi.

Questo è importante per garantire che il nuovo polmone funzioni correttamente e per verificare eventuali complicanze postoperatorie.

Quali sono i rischi e gli effetti collaterali di un trapianto di polmone?

Il trapianto di polmone è un'operazione ad alto rischio. La complicazione più comune è l'infezione e il corpo rifiuta il nuovo organo.

Anche se esiste un controllo di compatibilità dei polmoni del donatore e del ricevente del donatore, ci sarà comunque la possibilità che il sistema immunitario del donatore rigetti il ​​nuovo polmone.

Pertanto, i medici di solito somministrano farmaci immunosoppressori (soppressori del sistema immunitario) come la ciclosporina dopo l'intervento chirurgico per prevenire il rigetto degli organi trapiantati.

Questi farmaci immunosoppressori devono essere assunti per tutta la vita. Sfortunatamente, ci sono alcuni effetti collaterali del farmaco, come ad esempio:

  • aumento di peso,
  • problemi digestivi,
  • suscettibile alle infezioni, specialmente nei polmoni, e
  • sono più a rischio di sviluppare nuove malattie croniche, come il diabete, l'osteoporosi o l'ipertensione.

Qual è il trattamento dopo aver subito questa procedura?

È importante che ogni paziente trapiantato apporti alcuni cambiamenti nello stile di vita in modo che la funzione polmonare continui a funzionare bene e il paziente possa condurre una vita normale.

Ecco alcuni cambiamenti nello stile di vita che devono essere implementati.

  • Prendi regolarmente farmaci immunosoppressori da un medico.
  • Mangia cibo sano e nutriente.
  • Esercizio per mantenere un peso normale.
  • Evita il fumo e le bevande alcoliche.

Unisciti alla comunità (gruppo di supporto) compagni trapiantati di organi per alleviare il carico psicologico post-operatorio.