Salute respiratoria

Chirurgia di riduzione del volume polmonare: funzioni, procedure e rischi •

Un modo per migliorare la funzione e la capacità polmonare nei pazienti con BPCO (broncopneumopatia cronica ostruttiva) è con la chirurgia di riduzione del volume polmonare. Come si svolge questa procedura? Cosa bisogna preparare prima di sottoporsi a questo intervento? Dai un'occhiata alla spiegazione completa di seguito.

Che cos'è la chirurgia per la riduzione del volume polmonare?

La chirurgia di riduzione del volume polmonare (BRVP) è un'operazione eseguita per rimuovere il tessuto polmonare danneggiato. Questo intervento può migliorare la funzione e la capacità polmonare nei pazienti con enfisema o BPCO, specialmente quando la malattia è nelle sue ultime fasi di sviluppo.

L'operazione che è anche conosciuta come chirurgia di riduzione del volume polmonare (LVRS) può aiutare i pazienti a respirare più agevolmente in modo che possano vivere una migliore qualità della vita.

L'intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare viene solitamente eseguito rimuovendo il tessuto polmonare danneggiato in modo che possa ottimizzare la funzione del tessuto polmonare sano.

La chirurgia BRVP viene eseguita in ospedale da un chirurgo toracico. I pazienti devono sottoporsi a una serie di esami preoperatori e farmaci durante il periodo di recupero postoperatorio.

Quando è necessario fare BRVP?

La chirurgia di riduzione del volume polmonare è generalmente raccomandata per i pazienti con gravi danni polmonari da enfisema o BPCO.

Una condizione di malattia grave è caratterizzata da pazienti che hanno sempre più difficoltà a respirare e sperimentano continuamente altri disturbi respiratori come tosse con catarro, tosse con sangue e dolore toracico durante la respirazione.

Il motivo è che sia l'enfisema che la BPCO rendono difficile per una persona respirare senza intoppi. Senza cure o cambiamenti nello stile di vita, la malattia può peggiorare nel tempo.

Anche così, non tutti i pazienti con BPCO avanzata possono essere sottoposti a chirurgia polmonare. Lanciando l'American Lung Association, i seguenti sono alcuni dei criteri per i pazienti che possono sottoporsi a un intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare.

  • Il blocco del flusso d'aria dai polmoni è causato dall'enfisema, che è una condizione in cui le sacche d'aria (alveoli) sono danneggiate, interferendo così con lo scambio di aria nei polmoni.
  • Il danno polmonare da enfisema colpisce o si diffonde (enfisema diffuso) nella parte superiore dei polmoni, in particolare i lobi superiori del polmone.
  • Pazienti di età inferiore a 75-80 anni.
  • Ha smesso di fumare negli ultimi 6 mesi.
  • I pazienti hanno ancora difficoltà a svolgere attività faticose o fare esercizio fisico anche dopo aver completato la terapia o i farmaci per ripristinare la funzione polmonare.

Per scoprire se hai bisogno di questo intervento, consulta un pneumologo.

Il medico valuterà quindi se l'intervento chirurgico chirurgia di riduzione del volume polmonare Questa è l'operazione giusta per curare la BPCO.

Quali sono i preparativi preoperatori?

Prima che venga eseguita la BRVP, lo specialista polmonare e il chirurgo toracico esamineranno le condizioni del paziente per determinare se il paziente necessita o meno di un intervento chirurgico.

Per effettuare ulteriori esami, il medico chiederà al paziente di sottoporsi a un programma di riabilitazione polmonare. Durante il periodo di riabilitazione, il medico controllerà le condizioni dei polmoni e vedrà se c'è un miglioramento della funzione e della capacità polmonare.

In un programma di riabilitazione polmonare, i pazienti devono anche sottoporsi a una serie di test che mirano a verificare il buon funzionamento dei polmoni.

Di seguito sono riportati una serie di test che devono essere eseguiti prima dell'intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare.

  • Radiografia del torace o radiografia del torace
  • TAC dei polmoni
  • Elettrocardiografia (ECG)
  • Esame del sangue arterioso per determinare la quantità di ossigeno e anidride carbonica nel sangue.
  • Ecocardiogramma
  • Test da sforzo cardio polmonare
  • Test di respirazione camminando per 6 minuti
  • Test della pressione cardiaca
  • Altri test di funzionalità polmonare

Durante il processo di riabilitazione e di esame della funzionalità polmonare, è anche necessario smettere di fumare.

Nel prepararti prima dell'intervento chirurgico, dovresti anche seguire tutte le raccomandazioni e i tabù dati dal medico.

Come si esegue l'intervento di riduzione del volume polmonare?

Durante l'operazione, il paziente è sotto anestesia (anestesia) o è incosciente. La respirazione del paziente sarà assistita da un autorespiratore.

I chirurghi toracici possono eseguire interventi di riduzione del volume polmonare con due diverse tecniche chirurgiche, ovvero la sternotomia o la toracoscopia. Gli esami eseguiti in preparazione all'intervento chirurgico aiutano i medici a determinare il tipo di tecnica BRVP adatta alle condizioni del paziente.

  • sternotomia: il medico pratica un'incisione al centro del torace per accedere ai polmoni, quindi il medico riduce il volume del polmone gonfiato.
  • toracoscopia: il medico esegue diverse incisioni, quindi inserisce uno strumento chirurgico dotato di telecamera per accedere al polmone e rimuove l'area polmonare danneggiata.
  • toracotomia: il medico pratica un'incisione tra le costole e il torace, quindi separa le costole in modo che possano accedere ai polmoni.

Nella chirurgia di riduzione del volume polmonare, i medici di solito rimuovono il tessuto polmonare danneggiato per ridurre il volume polmonare fino al 30%. Dopo aver ridotto con successo il volume polmonare, il medico chiuderà l'incisione.

È necessario sottoporsi a terapia intensiva in ospedale, almeno 5-10 giorni, il post-intervento è fatto. Il medico fornirà un trattamento appropriato per la tua condizione per accelerare il recupero.

Inoltre, si consiglia di sottoporsi a terapia o riabilitazione della funzione polmonare 4-6 settimane dopo l'intervento.

Quali sono i vantaggi della chirurgia di riduzione del volume polmonare?

L'enfisema può causare gravi danni ai polmoni e portare a malattie respiratorie croniche come la BPCO.

L'intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare comporta la rimozione di parte del tessuto polmonare danneggiato per aiutare a trattare la funzione polmonare compromessa.

Secondo una ricerca sulla rivista Database Cochrane di revisioni sistematiche , BRVP può aumentare ulteriormente le possibilità di sopravvivenza dei pazienti con condizioni di enfisema rispetto al trattamento ambulatoriale attraverso farmaci.

Non solo, la chirurgia di riduzione del volume polmonare può anche migliorare la funzione respiratoria dei pazienti con enfisema. Tuttavia, l'effetto di recupero non è buono come nei pazienti con condizioni polmonari deboli, caratterizzate da un'ampia diffusione del tessuto polmonare danneggiato.

Tuttavia, i ricercatori hanno notato che ci sono alcuni rischi derivanti dalla procedura BRVP. I risultati dello studio sono anche influenzati dalla qualità dei dati e dai metodi di ricerca che non sono buoni.

La ricerca del National Enphysema Treatment Trial spiega anche che i pazienti sottoposti a questo intervento necessitano ancora di ulteriori trattamenti per garantire il miglioramento della funzione polmonare.

Quali sono i rischi della procedura BRVP?

La complicanza più comune di una procedura chirurgica di riduzione polmonare è la perdita d'aria nei polmoni. In questa condizione, l'aria fuoriesce dalle vie aeree e nella cavità polmonare (pleura).

Le perdite d'aria possono essere trattate collegando un tubo per drenare l'aria fuoriuscita nelle vie aeree dei polmoni. Questo metodo può ripristinare efficacemente le condizioni del paziente per 7 giorni, ma alcuni pazienti con condizioni polmonari deboli possono richiedere un ulteriore trattamento.

Inoltre, BRVP può anche aumentare il rischio di complicanze come ictus, infarto e morte nei pazienti con BPCO la cui funzione polmonare è molto debole.

Alcune altre complicazioni che i pazienti possono sperimentare dopo aver subito un intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare sono polmonite, infezione post-operatoria e sanguinamento.

Sebbene possa aiutare a migliorare la funzione respiratoria, chirurgia di riduzione del volume polmonare Si tratta di un'operazione complessa e costosa. Pertanto, questa operazione viene eseguita raramente per il trattamento di malattie polmonari croniche.

Esperti e ricercatori stanno sviluppando nuovi metodi chirurgici che possono essere un'alternativa al BRVP, vale a dire riduzione broncoscopica del volume polmonare (BLVR). Finora, BLVR è considerato più facile da fare e fornisce risultati più efficaci, rischi minimi e convenienti.