genitorialità

Linee guida per soddisfare le esigenze nutrizionali dei bambini (età 0-2 anni)

Si può dire che la prima infanzia è un periodo importante in cui la crescita dei bambini si sviluppa molto rapidamente. Ecco perché l'alimentazione dei bambini deve essere considerata e rispettata correttamente, comprese le regole per dare cibo che non dovrebbe essere trascurato. Allora, qual è il modo giusto per soddisfare ogni giorno le esigenze nutrizionali dei bambini?

Fabbisogno nutrizionale dei bambini di età compresa tra 0-6 mesi

Il latte materno (ASI) è l'alimento principale per soddisfare la nutrizione del bambino nei primi sei mesi o indicato come allattamento esclusivo.

Ma sorprendentemente, le esigenze nutrizionali quotidiane dei bambini possono essere soddisfatte adeguatamente anche solo dal latte materno. Quindi, per quanto possibile, assicurati che il bambino riceva un allattamento esclusivo al seno per sei mesi interi senza dare altri cibi e bevande.

Esistono due tipi di consistenza del latte materno che le madri devono conoscere, ovvero: secondo latte e latte materno che indica il contenuto di grassi nel latte.

secondo latte Latte materno dalla consistenza densa che di solito fuoriesce alla fine di una poppata. Più quantità secondo latte Se vieni munto, più grasso sarà nel latte materno.

Temporaneo latte materno è il latte che esce all'inizio della poppata. Primolatto nel latte materno indica un basso contenuto di grassi.

Il latte materno è stato "progettato" come il miglior alimento per i bambini di età inferiore ai sei mesi.

Solo con l'allattamento al seno le esigenze nutrizionali dei bambini prima dei sei anni non vengono effettivamente soddisfatte adeguatamente.

Il tasso giornaliero di adeguatezza nutrizionale (RDA) per i bambini di età compresa tra 0 e 6 mesi

Il fabbisogno giornaliero di macronutrienti del bambino:

  • Energia: 550 kcal
  • Proteine: 12 grammi (gr)
  • Grasso: 34 gr
  • Carboidrati: 58 gr

Il fabbisogno giornaliero di micronutrienti del bambino:

Vitamina

  • Vitamina A: 375 microgrammi (mcg)
  • Vitamina D: 5 mcg
  • Vitamina E: 4 milligrammi (mg)
  • Vitamina K: 5 mcg

Minerale

  • Calcio: 200 mg
  • Fosforo: 100 mg
  • Magnesio: 30 mg
  • Sodio: 120 mg
  • Potassio: 500 mg

Guida alimentare per bambini da 0 a 6 mesi

Il miglior cibo e bevanda somministrati per soddisfare la nutrizione dei bambini di età compresa tra 0 e 6 mesi è il latte materno.

Ci sono vari altri benefici dell'allattamento al seno che possono essere ottenuti anche per le madri ei loro bambini. Innanzitutto, il latte materno viene solitamente assorbito e digerito più facilmente dal corpo del bambino rispetto ad altri cibi e bevande.

In secondo luogo, il latte materno può aiutare a prevenire il rischio di varie malattie e a ridurre il tasso di morte per queste malattie.

In effetti, l'allattamento al seno ottimale può accelerare il processo di recupero quando il bambino è malato. Ancora una volta la buona notizia, i benefici dell'allattamento al seno possono rafforzare la relazione emotiva tra madre e figlio attraverso interazioni psicologiche.

Inoltre, il colostro o il latte materno giallastro chiaro che esce per la prima volta risulta essere ricco di una miriade di sostanze nutritive.

Il contenuto di colostro per soddisfare le esigenze nutrizionali dei bambini include vitamina A, anticorpi e globuli bianchi. Inoltre, il latte materno si trasformerà in un vero liquido di latte con un colore bianco lattiginoso.

I seguenti sono gli ingredienti essenziali del latte materno per i bambini:

1. Carboidrati

Il carboidrato nel latte materno è il lattosio. Il lattosio è un tipo di carboidrato nel latte materno che può contribuire per circa il 42% dell'energia totale.

2. Proteine

Il latte materno ha due tipi di proteine. Le due proteine ​​presenti nel latte materno sono: siero fino al 60 percento e caseina fino al 40 percento.

3. Grasso

Il latte materno contiene acidi grassi essenziali, vale a dire acido linoleico e acido alfa-linolenico. Entrambi sono elementi costitutivi per i composti AA (acido arachidonico) e DHA (Acido docosaesanoico).

L'assunzione di grassi contribuirà a circa il 40-50 percento del fabbisogno nutrizionale giornaliero di energia per i bambini.

4. Vitamine

Le vitamine nel latte materno sono in grado di soddisfare tutte le esigenze nutrizionali quotidiane dei bambini. Il contenuto di vitamine nel latte materno comprende vitamine liposolubili come A, D, E e K e vitamine idrosolubili come B e C.

5. Minerali

Il latte materno è anche ricco di vari nutrienti minerali per i bambini. Vari minerali contenuti nel latte materno includono ferro, zinco, calcio, rame, manganese, fluoro, cromo, selenio e altri.

Come dare il latte materno al bambino?

Normalmente, i bambini ottengono il latte materno nutrendosi direttamente sul seno della madre ogni 2-3 ore per i neonati.

La frequenza di somministrazione cambierà man mano che il bambino cresce. Ma sfortunatamente, non tutti i bambini e le madri possono farlo sempre.

In alcuni casi, il metodo di allattamento al seno potrebbe non avvenire direttamente attraverso il seno, quindi il latte deve essere estratto e conservato correttamente.

Questo metodo viene solitamente eseguito da madri che allattano che lavorano. Le madri che allattano al seno la cui produzione di latte deve essere rimossa ma il bambino non vuole allattare possono anche estrarre con un tiralatte elettrico o manuale.

Di conseguenza, la madre che allatta estrarrà il suo latte materno da dare al suo bambino quando ha fame. È importante notare che il latte materno estratto non deve essere conservato con noncuranza.

Come conservare il latte materno estratto?

Ecco una guida su come conservare il latte materno estratto:

  1. Il latte materno estratto viene messo in un contenitore sterile (bottiglia o apposita sacca per latte materno), quindi etichettato con la data e l'ora in cui è stato estratto il latte.
  2. Il latte materno estratto viene conservato in congelatore o frigorifero, ma non posizionato sulla porta del frigorifero.
  3. Le regole per la conservazione del latte materno sono le seguenti:
    • Il latte materno estratto fresco può sopravvivere all'interno congelatore una temperatura di -17 gradi Celsius o inferiore per 6 mesi o più.
    • Il latte materno estratto fresco può sopravvivere all'interno congelatore e la temperatura del frigorifero in media di -10 gradi Celsius in momenti diversi. Il latte materno fresco durerà per 3-4 mesi quando è dentro congelatore e un frigorifero a doppia porta e può durare per 2 settimane per congelatore e un frigorifero a una porta.
    • Il latte materno estratto fresco può durare in frigorifero o in frigorifero a una temperatura media di 5-10 gradi Celsius per 5-8 giorni.
    • Il latte materno estratto fresco può sopravvivere a temperatura ambiente (senza congelatore o frigorifero) a 27-28 gradi Celsius per 10 ore.
    • Latte materno congelato che esce congelatore non può essere ricongelato. Nel frattempo, se il latte materno congelato viene rimosso dal frigorifero, può essere ricongelato per 24 ore ea temperatura ambiente per 1 ora.
  4. Controllare la temperatura congelatore e frigorifero 3 volte al giorno.
  5. Assicurarsi che il latte materno che è stato conservato rimanga freddo durante il viaggio se espresso a lunghe distanze, ad esempio da casa all'ufficio o viceversa.

Come scongelare e riscaldare il latte materno estratto

Ecco come scongelare e riscaldare il latte materno estratto:

  1. Scegli il latte materno estratto dal primo conservato per primo.
  2. Evitare di scongelare il latte materno estratto a temperatura ambiente.
  3. Puoi trasferire il latte materno estratto congelato in frigorifero (24 ore), metterlo in una ciotola di acqua tiepida o inumidire un contenitore di latte materno estratto con acqua corrente fredda seguita da acqua tiepida.
  4. Evita di scongelare il latte materno congelato nel microonde o in acqua molto calda perché può danneggiare il contenuto nutrizionale in esso contenuto.
  5. Agitare il latte materno caldo e scongelato in modo che il grasso latte a mano e latte materno si amalgama bene.
  6. Evitare di ricongelare il latte materno estratto che è stato scongelato.

Lanciando da Stanford Children's Health, dovresti evitare di ricongelare il latte materno precedentemente scongelato.

Fabbisogno nutrizionale dei bambini di età compresa tra 7-11 mesi

Entrando nell'età dei bambini di sei mesi e oltre o fino a due anni, il latte materno può ancora essere somministrato per soddisfare le loro esigenze nutrizionali equilibrate quotidiane.

Tuttavia, l'allattamento al seno dovrebbe essere accompagnato anche da cibi solidi. Il motivo è che, all'età di 6 mesi, il latte materno non è più in grado di soddisfare pienamente le esigenze nutrizionali equilibrate dei neonati.

Pertanto, è necessaria l'assistenza di altri alimenti e bevande per soddisfare le esigenze nutrizionali di carboidrati, grassi, proteine, fibre, minerali e vitamine per i bambini.

In alcune condizioni, se l'allattamento al seno non è possibile, puoi sostituirlo dando latte artificiale per bambini per aiutare a soddisfare un'alimentazione equilibrata per i bambini.

Il tasso giornaliero di adeguatezza nutrizionale (RDA) per i bambini di età compresa tra 7 e 11 mesi

Il fabbisogno giornaliero di macronutrienti del bambino:

  • Energia: 725 kcal
  • Proteine: 18 gr
  • Grasso 36 gr
  • Carboidrati 82 g
  • Fibra: 10 gr
  • Acqua: 800 millilitri (ml)

Il fabbisogno giornaliero di micronutrienti del bambino:

Vitamina

  • Vitamina A: 400 microgrammi (mcg)
  • Vitamina D: 5 mcg
  • Vitamina E: 5 milligrammi (mg)
  • Vitamina K: 10 mcg

Minerale

  • Calcio: 250 mg
  • Fosforo: 250 mg
  • Magnesio: 55 mg
  • Sodio: 200 mg
  • Potassio: 700 mg
  • Ferro: 7 mg

Guida alimentare quotidiana per bambini dai 7 agli 11 mesi

Con l'aumentare dell'età, aumenta sicuramente il bisogno del bambino di vari nutrienti. Questo perché il latte materno può soddisfare solo il 65-80% del fabbisogno energetico totale e contiene pochissimi micronutrienti.

Ecco perché l'allattamento al seno da solo non è in grado di soddisfare tutte le esigenze nutrizionali quotidiane dei bambini.

Per completare questi bisogni nutrizionali, i bambini dovrebbero essere introdotti agli alimenti complementari (MPASI) dall'età di 6 mesi.

Anche il processo di introduzione e somministrazione di alimenti complementari per soddisfare i fabbisogni nutrizionali dei lattanti deve essere realizzato per fasi.

All'inizio puoi dare cibo per bambini sotto forma di purè o prima poltiglia, ad esempio sotto forma di porridge.

Qui il bambino imparerà a riconoscere il gusto e la consistenza del cibo che ha appena assaggiato. Quindi, dopo esserti abituato, puoi provare a dare cibo in una forma leggermente solida come il riso di squadra.

Tuttavia, assicurati che la consistenza rimanga morbida in modo che sia più facile per il bambino mordere e masticare.

Per il momento in cui viene somministrato MPASI per soddisfare la nutrizione quotidiana del bambino, può essere adattato al programma giornaliero dell'alimentazione complementare per i bambini 3 volte al giorno.

Infatti, la fornitura di alimenti complementari per soddisfare le esigenze nutrizionali dei bambini può dipendere maggiormente da quante porzioni vengono date.

Assicurati inoltre che la composizione degli alimenti complementari sia composta da vari tipi di alimenti sani in modo che possano soddisfare le esigenze nutrizionali quotidiane dei bambini.

L'obiettivo è che al bambino non manchino determinati nutrienti e che la crescita e lo sviluppo del suo corpo siano più ottimali.

Composizione MPASI

Sulla base delle linee guida per la nutrizione bilanciata del Ministero della salute della Repubblica di Indonesia, la composizione degli ingredienti alimentari per alimenti complementari è divisa in due gruppi, tra cui:

  • Alimenti complementari completi, composti da alimenti base, contorni animali, contorni vegetali, verdura e frutta.
  • MPASI semplice, composto da alimenti base, contorni di origine animale o vegetale, e verdura o frutta.

Mentre i criteri per i buoni alimenti complementari per soddisfare le esigenze nutrizionali dei bambini sono:

  • Denso di energia, proteine ​​e micronutrienti come ferro, zinco, calcio, vitamina A, vitamina C e acido folico.
  • Non contiene spezie piccanti e utilizza zucchero, sale, aromi, coloranti e conservanti a piacere.
  • Facile da mangiare e amato dai bambini.

Buoni requisiti MPASI

Secondo l'OMS, alcuni dei requisiti per i buoni alimenti complementari includono:

  • Viene somministrato al momento giusto, cioè quando l'allattamento al seno da solo non è in grado di soddisfare le esigenze nutrizionali del bambino.
  • Sicuro, vale a dire MP-ASI, deve essere conservato e somministrato ai bambini con le mani pulite o le posate.
  • Ricco di nutrienti, MP-ASI è in grado di soddisfare le esigenze di macro e micronutrienti del bambino.
  • La consistenza è adattata all'età e alla capacità alimentare del bambino.

Teoria dei 4 quadranti

Uno dei requisiti per un buon alimento complementare è che sia ricco di sostanze nutritive. Pertanto, dovresti assicurarti che l'MP-ASI che dai al tuo piccolo contenga le seguenti 4 cose:

  • Carboidrati, ad esempio riso, patate, pasta, pane e vermicelli
  • Proteine, soprattutto di origine animale. Gli esempi includono carne, pollo, pesce e uova
  • Verdura o frutta per i bambini
  • Grasso, che deriva dall'olio, dal latte di cocco, dalla margarina e così via

All'età di 7-12 mesi, dare grasso è importante per contribuire con gli acidi grassi essenziali e supportare l'assorbimento delle vitamine liposolubili come apporto nutritivo per i bambini.

D'altra parte, il grasso serve anche ad aumentare il contenuto energetico del cibo rafforzando la funzione sensoriale del bambino.

Puoi dare al bambino un nutrimento grasso usando olio vegetale nel suo cibo, ad esempio facendo un menu di pappe che viene saltato in padella con olio.

La fornitura di ferro non fa eccezione, che è ugualmente importante per l'apporto nutrizionale, la crescita e lo sviluppo dei bambini. Il motivo è che il ferro è in grado di supportare il processo di formazione del cervello, compresa la sua struttura e funzione.

Se l'apporto nutrizionale di ferro nei neonati è insufficiente, può causare disturbi nella struttura e nella funzione del cervello.

Quali tipi di alimenti contribuiscono all'alimentazione equilibrata di un bambino?

Quale potrebbe essere la prossima domanda: dovresti dare un menu singolo o misto per il primo cibo solido del tuo bambino?

A titolo illustrativo, un singolo menu MPASI è un menu che consiste in un solo tipo di cibo, ad esempio, viene somministrato solo il porridge per più volte consecutive.

D'altra parte, un menu misto combina varie fonti di ingredienti alimentari in alimenti complementari per l'infanzia per soddisfare le esigenze nutrizionali quotidiane.

Nel tentativo di soddisfare la nutrizione quotidiana del bambino, è meglio fornire una varietà di fonti di cibo come menu alimentare complementare del bambino.

Questo perché un tipo di cibo di solito non è sufficiente per soddisfare le esigenze nutrizionali quotidiane del bambino. Mangiando una varietà di cibi, le esigenze nutrizionali del bambino vengono soddisfatte più facilmente e rapidamente.

Come raccomandato dal Ministero della Salute indonesiano attraverso le Linee guida per un'alimentazione equilibrata, gli alimenti complementari per l'infanzia dovrebbero soddisfare le esigenze di carboidrati, proteine, grassi, nonché vitamine e minerali.

D'altra parte, lo sviluppo del mangiare i bambini a questa età è solitamente in grado di adattarsi a tutti i tipi di consistenza degli alimenti, ma non è stato in grado di masticare senza problemi.

Inoltre, non dimenticare di dare al tuo bambino snack o snack tra i pasti principali.

Deve essere ben chiaro che i modelli alimentari e le scelte alimentari a questa età influenzeranno l'appetito del tuo piccolo fino a quando non crescerà.

Quindi, affinché l'abitudine del bambino di avere difficoltà a mangiare e di essere schizzinoso riguardo al cibo non continui, devi dargli una varietà di cibi fin dalla tenera età.

Questo mira a prevenire la possibilità che il bambino abbia problemi nutrizionali, sia che si tratti di denutrizione che di ipernutrizione.

Quindi, ora non c'è più bisogno di essere confusi su come soddisfare le esigenze nutrizionali quotidiane dei bambini di età compresa tra 0 e 11 mesi.

È anche meglio non credere troppo ai miti sugli alimenti per bambini che non sono necessariamente veri.

Vertigini dopo essere diventato genitore?

Unisciti alla comunità dei genitori e trova le storie di altri genitori. Non sei solo!

‌ ‌