Salute respiratoria

Conoscere l'emotorace, la condizione di accumulo di sangue nella cavità polmonare

Hai mai sentito parlare di emotorace (emotorace)? L'emotorace è una condizione in cui si verifica un accumulo o un accumulo di sangue nell'orifizio pleurico.cavità pleurica). Nella maggior parte dei casi, questa condizione si verifica quando il paziente ha subito una lesione al torace come una costola strappata o colpito da un oggetto duro a causa di un incidente. Per maggiori dettagli, vedere la discussione sull'emotorace di seguito!

Quali sono i sintomi dell'emotorace?

L'emotrace è l'accumulo di sangue nell'apertura pleurica, la cavità tra la parete polmonare e il polmone.

Questo accumulo di volume del sangue può esercitare una notevole pressione sui polmoni. Di conseguenza, il lavoro dei polmoni diventa ostruito e problematico.

Una persona che soffre di emotorace mostrerà sintomi di disturbi respiratori che variano e sono simili ad altri problemi respiratori.

Pertanto, i sintomi dell'emotorace sono in realtà difficili da distinguere dai sintomi di altre malattie respiratorie.

Alcuni dei segni e dei sintomi mostrati a causa dell'emotorace sono i seguenti:

  • Dolore al petto, che peggiora quando si respira, soprattutto quando si fa un respiro profondo
  • Mancanza di respiro o mancanza di respiro
  • Eccessiva irrequietezza e stanchezza
  • La frequenza cardiaca aumenta e la pressione sanguigna diminuisce
  • La pelle sembra pallida
  • Febbre alta, anche più di 38 gradi Celsius

L'emotorace può essere molto pericoloso se non trattato con cure mediche il prima possibile.

Nei casi più gravi, che possono raggiungere i 1000 ml (1 litro) possono causare uno shock al malato.

Pertanto, se si verifica uno o più dei suddetti sintomi, non tardare a consultare immediatamente un medico.

Quali sono le cause dell'emotorace?

In uno studio intitolato Eziologia e gestione dell'emotorace spontaneo, l'accumulo di sangue nell'apertura pleurica proviene da una membrana pleurica danneggiata o rotta che protegge i polmoni.

Di conseguenza, il sangue dal corpo può facilmente entrare nella cavità pleurica e comprimere i polmoni.

Questo danno alla membrana pleurica può essere innescato da complicazioni dovute a interventi chirurgici al cuore o ai polmoni.

Il motivo è che questa procedura richiede al chirurgo di aprire la parete toracica e non esclude la possibilità di causare perdite di sangue nella cavità pleurica.

Soprattutto quando l'incisione chirurgica nel cuore o nei polmoni non è chiusa correttamente.

D'altra parte, anche l'apertura di organi o vasi sanguigni nell'area polmonare, nonché una lesione o un incidente che causa un grave impatto sul polmone può causare anche l'emotorace.

Ecco perché i medici e le équipe mediche sono tenuti a controllare le condizioni polmonari delle vittime di incidenti o di quelle con lesioni al torace.

Ma a parte questo, ci sono anche varie condizioni di salute che possono causare l'emotorace, come ad esempio:

  • Infezioni polmonari, ad esempio la tubercolosi (TB).
  • La presenza di cellule cancerose nei polmoni.
  • C'è un coagulo di sangue che viaggia ai polmoni (embolia polmonare).
  • Disfunzione del tessuto polmonare.
  • Vasi sanguigni lacerati a causa dell'inserimento del catetere durante un intervento chirurgico al cuore.
  • Disturbi emorragici causati dal blocco o dal sovradosaggio dell'assunzione di farmaci che fluidificano il sangue.

Le condizioni di emotorace causate da lesioni o ferite da interventi chirurgici e biopsie di solito non peggiorano rapidamente.

Tuttavia, la progressione della malattia può essere più rapida se è causata da cancro o tumori intorno ai polmoni.

In che modo i medici diagnosticano l'emotorace?

Il primo esame del medico è quello di rilevare suoni respiratori anomali con l'aiuto di uno stetoscopio.

Se è noto che c'è un disturbo respiratorio, il medico suggerirà altri metodi di esame che possono aiutare a confermare la condizione dell'emotorace, come ad esempio:

  • Raggi X o raggi X: si esegue una radiografia del torace se si ha una lesione o una frattura al torace e all'addome. Le persone che soffrono di emotorace mostreranno una macchia bianca, che è sangue che riempie la cavità pleurica.
  • TAC del torace: mostra un quadro completo della struttura dei polmoni e della cavità pleurica in modo che il medico possa confermare se ci sono o meno anomalie.
  • Ultrasuoni (USG): questo esame può fornire risultati di imaging più rapidi e precisi nella rilevazione della presenza di condizioni di emotorace, solitamente eseguita in condizioni di emergenza.

I medici di solito hanno anche bisogno di un'analisi di un campione di liquido pleurico per verificare l'accumulo di sangue.

Per i campioni classificati come emotorace, devono contenere almeno il 50 percento di sangue proveniente da tessuti periferici o periferici.

Qual è il trattamento appropriato per l'emotorace?

Il trattamento dell'emotorace mira a rimuovere tutto il sangue che si è accumulato nella cavità pleurica e a fermare la causa del sanguinamento.

Il metodo utilizzato per rimuovere questo accumulo di sangue è: toracentesi.

Questo metodo prevede un tubo inserito nel torace attraverso le costole per drenare il sangue o il liquido accumulato fuori dal corpo.

La rimozione di sangue e fluidi attraverso il tubo continuerà fino a quando i polmoni non si sentiranno in grado di funzionare correttamente.

Tuttavia, se l'emorragia polmonare è ancora in corso, è necessario un intervento chirurgico o una toracotomia per determinare immediatamente la fonte dell'emorragia.

La chirurgia è molto possibile da eseguire nei casi in cui la fonte del sanguinamento è difficile da conoscere con certezza.

Ci sono complicazioni da emotorace?

Ci sono varie complicazioni che possono verificarsi nei pazienti con emotorace.

Queste complicazioni possono causare difficoltà respiratorie, infezioni del tratto respiratorio, blocco del liquido pleurico nella cavità toracica, dalla pleurite alla fibrosi polmonare.

Nei casi più gravi, l'emotorace può causare uno shock al malato a causa della mancanza di sangue e ossigeno da distribuire in tutto il corpo.

Lo shock da perdita di sangue è chiamato shock ipovolemico, che può causare danni permanenti agli organi del corpo, inclusi cuore, polmoni e cervello.