La salute delle donne

9 malattie che accadono alle donne dopo la menopausa •

La post-menopausa è il momento più difficile per le donne. Come mai? Perché sono tante le malattie che ti "aspettano" fino all'arrivo della menopausa, a causa della riduzione degli estrogeni, un ormone molto importante per le donne, soprattutto nella riproduzione.

"Gli estrogeni proteggono una serie di sistemi del corpo, come il cervello, la pelle, la vagina, le ossa e il cuore", spiega Michelle Warren, MD, direttore della salute presso il Center for Menopause, Hormonal Disorders and Women's Health a New York . "Quando ti sbarazzi di quell'estrogeno, c'è un profondo invecchiamento del loro intero sistema, specialmente del fegato e delle ossa".

Sfortunatamente, molte donne non ci prestano attenzione e addirittura lo ignorano. Per scoprire quali malattie possono comparire nelle donne in postmenopausa, vediamo di seguito.

1. Diabete

"Bassi estrogeni possono aumentare la resistenza all'insulina e innescare voglie che portano all'aumento di peso, aumentando la probabilità di sviluppare il diabete", ha detto Warren. Sarai più suscettibile al diabete se hai già un fattore ereditario per il diabete Sindrome delle ovaie policistiche (associato a resistenza all'insulina), diabete gestazionale o sovrappeso. Associazione americana per il diabete raccomanda alle donne di sottoporsi a regolari controlli medici ogni 3 anni, a partire dall'età di 45 anni, soprattutto se in sovrappeso.

2. Condizioni autoimmuni

Le donne hanno maggiori probabilità di soffrire di disturbi autoimmuni rispetto agli uomini e le donne in postmenopausa sono particolarmente sensibili alla condizione. Il rischio di sviluppare malattie autoimmuni come lupus, artrite reumatoide, morbo di Graves, sclerodermia e tiroidite aumenta dopo la menopausa, secondo uno studio sulla rivista Revisione di esperti di ostetricia e ginecologia, anche se il motivo non è chiaro.

Sebbene gli esperti non sappiano con certezza il motivo, la ricerca recente si è concentrata su un sottoinsieme di cellule immunitarie che pompano gli anticorpi, si legano ai tessuti del corpo e li attaccano. I risultati, secondo uno studio del 2011, hanno trovato livelli più elevati nei topi femmina e nelle persone con malattie autoimmuni.

3. Dolore articolare

secondo Società nordamericana della menopausa, articolazioni rigide e doloranti si verificano con l'invecchiamento, ma queste lamentele tendono a essere vissute dalle persone in postmenopausa. L'infiammazione causata da cambiamenti ormonali può essere la causa. "L'estrogeno ha un effetto antinfiammatorio, quindi quando il corpo manca di estrogeni, c'è una maggiore risposta infiammatoria", afferma Warren. La relazione tra estrogeni e infiammazione è stata dimostrata negli studi, quindi la terapia ormonale sostitutiva può alleviare il dolore articolare.

4. Epatite C

I ricercatori del Montefiore Medical Center e dell'Albert Einstein College of Medicine di New York, hanno scoperto che le donne con epatite C persistente (che è durata 6 mesi o più) erano donne in postmenopausa. Gli esperti sospettano che gli estrogeni possano proteggere il corpo dai danni al fegato che possono portare all'ingresso virale cronico, quindi se perdiamo estrogeni perdiamo quella protezione e il virus può fare più danni.

5. Infezione del tratto urinario (UTI)

Gli estrogeni svolgono un ruolo significativo nel sistema vescicale, mantenendo l'elasticità dei tessuti e rafforzando le cellule della parete vescicale per impedire l'espulsione dei batteri. Quindi, quando gli estrogeni diminuiscono, potresti riscontrare alcuni sintomi urinari, incluso un rischio più elevato di infezione delle vie urinarie. Uno studio del 2013 della Washington University School of Medicine, ha confermato che le IVU sono più comuni dopo la menopausa, con le donne che presentano infezioni ricorrenti.

6. Malattie del cuore e dei vasi sanguigni

Quando i livelli di estrogeni diminuiscono, aumenta il rischio di malattie cardiache. Le malattie cardiache sono la principale causa di morte sia nelle donne che negli uomini. Quindi, è importante fare esercizio fisico regolare, seguire una dieta sana e mantenere un peso normale.

7. Atrofia vaginale

Senza estrogeni, puoi sperimentare l'assottigliamento, l'essiccazione e l'infiammazione delle pareti vaginali, nota come atrofia vaginale. I sintomi includono bruciore vaginale, prurito e sesso doloroso, oltre a urgenza di urinare e minzione dolorosa.

8. Incontinenza urinaria

Quando i tessuti vaginali e uretrali perdono elasticità, spesso si può avvertire un improvviso e forte bisogno di urinare. Questo è solitamente seguito da un'incontrollabile emissione di urina (incontinenza urinaria) o da urina quando si tossisce, si ride o si solleva qualcosa (incontinenza da stress).

9. Malattie gengivali

Poiché i livelli di estrogeni diminuiscono durante il decennio postmenopausale, le donne hanno maggiori probabilità di perdere ossa, compresi i denti. Può metterti ad alto rischio di gravi malattie gengivali e può perdere i denti se non trattata. Secondo la ricerca, livelli più bassi di estrogeni possono causare cambiamenti infiammatori nel corpo che possono portare alla gengivite, uno stato precoce di malattie gengivali.

LEGGI ANCHE

  • 6 fatti che dovresti sapere sulla menopausa
  • Perché una donna può sperimentare la menopausa precoce?
  • 5 consigli per rendere più facile la menopausa