Medicinali e integratori

Quali sono le differenze tra aspirina, paracetamolo e ibuprofene?

L'aspirina, il paracetamolo e l'ibuprofene sono farmaci con la stessa funzione, ovvero come antidolorifici. Forse pensi che siano tutti e tre uguali, perché sono entrambi farmaci per curare il dolore. Apparentemente, ci sono differenze tra aspirina, paracetamolo e ibuprofene.

Dai un'occhiata alle recensioni qui sotto per scoprire quale tipo di farmaco è più adatto per alleviare il dolore che stai vivendo.

Differenza tra paracetamolo, aspirina e ibuprofene

Quando hai mal di testa, schiena o altre zone, puoi prendere immediatamente degli antidolorifici. Sfortunatamente, non tutti gli antidolorifici sono uguali, devi adattarli alla tua condizione.

Bene, generalmente le persone hanno più familiarità con l'aspirina, il paracetamolo e l'ibuprofene come antidolorifici. Due di questi, vale a dire l'aspirina e l'ibuprofene, sono inclusi nei farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS).

I farmaci della categoria FANS sono solitamente usati per alleviare il dolore mestruale o dentale e i disturbi di articolazioni, muscoli, nervi e tendini. Nel frattempo, il paracetamolo è più utile nelle persone che avvertono dolore durante l'attacco di influenza.

Tuttavia, tutti e tre sono ugualmente usati per ridurre la febbre. Per poter riconoscere meglio quali sono le differenze tra aspirina, paracetamolo e ibuprofene, esaminiamole una per una.

1. Come funziona

Sebbene tutti e tre siano inclusi negli antidolorifici, l'aspirina, il paracetamolo e l'ibuprofene hanno certamente diversi modi di lavorare.

Aspirina e ibuprofene

Come i FANS, l'aspirina e l'ibuprofene possono inibisce le prostaglandine . Le prostaglandine sono sostanze chimiche nel corpo simili agli ormoni. Questa sostanza è utile nel sistema riproduttivo e nella guarigione delle ferite, compreso il sollievo dal dolore.

Normalmente, queste sostanze chimiche vengono prodotte durante le mestruazioni e stimolano la contrazione dei muscoli uterini. Se i livelli sono troppo alti, le prostaglandine possono causare dolori mestruali e artrite.

Acetaminofene

Mentre l'aspirina inibisce la produzione di prostaglandine, il paracetamolo aumentare i composti delle prostaglandine nel cervello umani per alleviare il tuo dolore.

Il paracetamolo è più efficace nel trattamento della febbre rispetto all'ibuprofene o all'aspirina. Inoltre, il paracetamolo è sicuro da usare per donne in gravidanza e neonati.

2. Dosaggio d'uso

Una delle altre differenze tra aspirina, paracetamolo e ibuprofene è il dosaggio. Sebbene la funzione sia la stessa, ogni farmaco ha una dose sicura diversa.

Aspirina

Normalmente, la dose media per adulti è di 325-1000 milligrammi (mg) ogni quattro-sei ore secondo necessità. Se sta assumendo questo medicinale, non prenda più di 4 grammi al giorno.

Per i bambini, la loro dose sicura di aspirina è di 10-15 mg per chilogrammo ogni quattro-sei ore. Tuttavia, se ne sconsiglia il consumo ai minori di 18 anni.

Acetaminofene

In effetti, la dose di paracetamolo negli adulti è quasi uguale alla dose di aspirina, che è di 325-100 mg ogni quattro-sei ore. Inoltre, anche il consumo giornaliero di paracetamolo non deve superare i 4 grammi.

Tuttavia, il paracetamolo viene solitamente somministrato ai bambini in forma liquida perché reagisce più rapidamente ed è facile da bere.

Ibuprofene

Mentre l'aspirina e il paracetamolo hanno la stessa dose di utilizzo, l'ibuprofene ha un regime di dosaggio diverso rispetto ai due. La dose per adulti di ibuprofene è di 200-400 mg ogni quattro-sei ore.

L'uso quotidiano è inoltre limitato a non più di 3,2 grammi al giorno per prevenire il sovradosaggio.

3. Effetti collaterali

Dopo aver conosciuto la differenza tra aspirina, paracetamolo e ibuprofene nel dosaggio d'uso, identificare quali sono gli effetti collaterali di questi tre farmaci.

Aspirina

Come riportato dalla pagina Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti Tuttavia, ci sono diversi effetti collaterali che possono verificarsi quando prendi l'aspirina, vale a dire:

  • Diarrea
  • Eruzione cutanea pruriginosa
  • Mal di stomaco
  • eruzione cutanea
  • nausea

Potresti anche sperimentare la perdita dell'udito o un ronzio nelle orecchie. Se ciò accade, dovresti andare immediatamente al pronto soccorso perché questo potrebbe essere un segno di un'overdose di droga.

Pertanto, prima di assumere l'aspirina, è necessario consultare prima un medico, in particolare le persone con ulcere, donne in gravidanza e problemi di sanguinamento.

Acetaminofene

In realtà, il paracetamolo è un antidolorifico che ha pochi effetti collaterali se assunto secondo le istruzioni. Tuttavia, quando qualcuno lo usa in modo eccessivo, causerà sicuramente vari effetti collaterali, come ad esempio:

  • nausea
  • Mal di stomaco
  • Perdita di appetito
  • Male alla testa
  • Eruzione cutanea e prurito
  • CAPITOLO color terra
  • Urina scura

L'assunzione di paracetamolo in eccesso può anche aumentare il rischio di danni al fegato, specialmente negli alcolisti. Questo perché l'alcol fa sì che il corpo abbia un livello di tolleranza più basso per il paracetamolo, quindi la dose viene ridotta a 2 grammi al giorno.

Ibuprofene

Ci sono molti altri effetti collaterali di cui devi essere consapevole, vale a dire:

  • Dare le vertigini
  • Irritazione degli occhi e visione alterata
  • Gonfiore delle caviglie.
  • Reazione allergica moderata.
  • Formicolio e intorpidimento ai piedi e alle mani
  • minzione frequente

Se le differenze tra l'aspirina, il paracetamolo e l'ibuprofene di cui sopra ti rendono ancora confuso su quale scegliere, chiedi al tuo medico o al farmacista quando acquisti un medicinale.