Salute

Perché gli antidolorifici non funzionano sempre per il dolore?

Potresti già avere familiarità con diversi tipi di antidolorifici da banco come il paracetamolo o l'ibuprofene. Tuttavia, lo sapevi che questi due tipi di farmaci non possono trattare tutti i tipi di dolore? Per il dolore più grave, avrai bisogno di un antidolorifico diverso. Allo stesso modo se vuoi affrontare il dolore cronico.

Scegli gli antidolorifici secondo necessità

Affinché il dolore scompaia rapidamente, è necessario abbinare il tipo di dolore con l'antidolorifico appropriato. Il motivo è che non tutto il dolore è uguale, gli antidolorifici dipenderanno dall'intensità del dolore provato. Bene, il dolore stesso è diviso in diversi gruppi.

1. Dolore nocicettivo

Il dolore nocicettivo è il dolore causato da danni o lesioni ai tessuti del corpo, come quando si ha mal di testa o distorsione. Di solito questo tipo di dolore è lieve e può essere gestito con antidolorifici da banco come il paracetamolo e l'ibuprofene.

Questi farmaci agiscono bloccando l'invio di segnali di dolore al cervello e riducendo l'infiammazione e la febbre nel corpo. Tuttavia, se il dolore è causato da una lesione grave come un osso rotto, avrai bisogno di un antidolorifico più forte come la morfina.

2. Dolore neuropatico

Il dolore neuropatico è causato da danni ai nervi. Pertanto, gli antidolorifici specifici per l'infiammazione e il dolore nocicettivo non sono efficaci nel trattamento di questo tipo di dolore.

I tipi di farmaci usati per trattare il dolore neuropatico di solito provengono dalla classe degli antidepressivi, come l'amitriptilina e la gabapentina. Questi farmaci agiscono aumentando la capacità del corpo di affrontare il dolore. Uno di questi bloccando i segnali del dolore dai recettori al sistema nervoso nella colonna vertebrale.

3. Dolore da emicrania

L'emicrania è un tipo di dolore che si verifica su un lato della testa e può durare da poche ore a giorni. La maggior parte di chi soffre di emicrania spesso sperimenta anche nausea, vomito e una maggiore sensibilità alla luce e ai suoni.

Paracetamolo, ibuprofene, aspirina ed ergotamina sono esempi di antidolorifici usati per trattare l'emicrania. Questi farmaci agiscono restringendo i vasi sanguigni e impedendo loro di allargarsi nuovamente. Tuttavia, è necessario consultare prima il proprio medico perché alcuni tipi di farmaci per l'emicrania non dovrebbero essere assunti tutti i giorni.

4. Dolore infiammatorio cronico

Il dolore infiammatorio cronico è comunemente causato da malattie infiammatorie articolari, inclusa l'artrosi. Il paracetamolo viene solitamente somministrato come trattamento di prima linea per il dolore da artrite. Se il dolore peggiora, il medico può somministrare altri farmaci come il naprossene.

Il naprossene può alleviare efficacemente l'infiammazione e il gonfiore riducendo la produzione dell'ormone prostaglandina. L'ormone della prostaglandina è un ormone che svolge un ruolo nel processo infiammatorio, quindi sopprimerne la quantità impedirà che l'infiammazione continui.

Anche così, l'uso di questo tipo di farmaco a lungo termine non è raccomandato perché può causare ulcere (piaghe) nello stomaco.

5. Dolore da cancro

I malati di cancro possono provare dolore a causa della pressione del tumore su un organo, osso o tessuto nervoso. Poiché questo tipo di dolore è cronico e grave, le persone con cancro di solito hanno bisogno di assumere una combinazione di antidolorifici costituiti da paracetamolo e morfina.

La morfina si lega ai recettori del dolore sui nervi e modifica la ricezione dei segnali di dolore nel cervello in modo che il dolore possa essere ridotto. Va notato che questo farmaco appartiene alla classe dei narcotici ed è uno dei tipi più potenti di antidolorifici. Pertanto, il suo uso deve essere dietro prescrizione medica ed è dedicato solo alla cura del dolore severo.

Anche se prendi antidolorifici classificati come lievi e venduti liberamente, tieni d'occhio il dosaggio e la durata dell'uso. Il motivo è che il consumo a lungo termine di antidolorifici può anche causare vari effetti collaterali dannosi per il corpo.