Salute

6 cose che sono successe al corpo umano nello spazio •

Sulla terra, possiamo vivere comodamente grazie alla protezione dell'atmosfera. L'atmosfera funge da coperta schermante contro le dannose radiazioni UV del sole, regola la temperatura del pianeta in cui viviamo e mantiene anche una buona pressione atmosferica.

Questo è diverso dallo spazio esterno, dove tutto può essere molto pericoloso. Senza un'atmosfera, lo spazio esterno è un vuoto: un vuoto, una pressione, uno spazio vuoto di materia.

Vi siete mai chiesti cosa potrebbe succedere al corpo umano mentre si trova nello spazio senza una tuta spaziale, senza la protezione della navetta? È davvero così drammatico come quello mostrato nei film di Hollywood? Puoi davvero esplodere? C'è una piccola possibilità di sopravvivenza?

1. Lo spazio è così freddo che ti congelerai

Lo spazio esterno è un ambiente molto freddo. La temperatura nello spazio raggiunge i -270°C, la temperatura più fredda mai registrata, solo pochi gradi leggermente più alta dello zero assoluto. Quindi, se un giorno ti ritrovi a fluttuare senza meta nel nulla senza una tuta spaziale, è solo questione di tempo prima che il tuo corpo si congeli completamente.

In condizioni meteorologiche geotermiche, il corpo umano produce sudore come modo naturale per raffreddare il corpo. Una volta che il sudore evapora, i residui di sudore che si attaccano alla pelle utilizzano l'energia termica del corpo per produrre un effetto rinfrescante. Nello spazio, questo processo si moltiplica. Di solito, l'umidità ostacolerà leggermente l'effetto di raffreddamento perché sarà più difficile che il sudore evapori nell'aria che è stata mescolata con l'acqua. Nel vuoto non c'è umidità.

L'assenza di umidità consentirà a questo processo di raffreddamento di essere accelerato molte volte facendo evaporare i fluidi corporei esposti. I tuoi occhi lacrimosi, la bocca ricoperta di saliva e le vie respiratorie umide si congeleranno a causa di questo processo accelerato.

Tuttavia, questo processo non avverrà rapidamente come pensi. Il vuoto fa sì che il trasferimento di calore del corpo sia molto lento, forse quasi inesistente, in modo che prima che si congeli completamente, il tuo corpo passerà prima attraverso molti altri processi, alcuni possono anche accadere contemporaneamente. Per prima cosa, gonfia come un palloncino.

2. Senza protezione, il tuo corpo può gonfiarsi enormemente nello spazio

Quando sei in aria fredda o in acqua mentre sei sulla terra, hai la capacità di produrre correnti di "convezione" che allontaneranno il calore dal corpo, ma un vuoto non ha questa capacità di trasferimento di calore a causa della pressione zero.

No, non esploderai. Solo perché il tuo corpo è esposto a pressione zero da un vuoto, non significa che il tuo corpo perderà automaticamente tutta la coesione.

Ma solo perché non esploderai non significa che non ti espanderai. Senza la presenza della pressione atmosferica terrestre, l'acqua che costituisce il 70% del corpo umano formerebbe vapore acqueo. Allo stesso modo, l'azoto disciolto nel flusso sanguigno vicino alla superficie della pelle si raccoglie in piccole bolle. Nel tempo, queste bolle si espandono, gonfiando il tuo corpo fino al doppio delle dimensioni normali, partendo dalle mani e dai piedi e diffondendosi su tutto il corpo. Questa condizione è chiamata ebulismo. Ironia della sorte, tutti gli organi del corpo sono protetti da una pelle elastica, abbastanza efficace da impedire al corpo di esplodere dall'interno. L'ebullismo provoca gravi danni ai tessuti e il flusso sanguigno sarà bloccato, ma non morirai rapidamente una volta che avrai questa condizione.

3. Ustioni dovute all'esposizione diretta al sole

Giocare tutto il giorno in spiaggia senza protezione solare è come esporsi alle scottature. Ora immagina se il tuo corpo 'nudo' è esposto alla luce solare diretta senza la protezione dello strato di ozono che può allontanare anche i raggi UV più dannosi. Galleggiare nel vuoto senza la protezione di una tuta da astronauta brucerà la pelle esposta. Inoltre, guardare direttamente il sole "friggerà" la retina dell'occhio, rendendoti cieco. Anche se sopravvivi, il rischio di sviluppare il cancro della pelle aumenterà molte volte.

4. Il sangue non bolle, ma possono farlo altri fluidi corporei

La pressione nel vuoto è così bassa che il punto di ebollizione dei fluidi corporei umani nel vuoto scenderà al di sotto della normale temperatura corporea (37ºC). Di conseguenza, il corpo avvia la formazione di bolle di gas nei fluidi corporei che possono avere gravi conseguenze.

Tuttavia, il tuo sangue non può bollire a causa di ciò. La pelle umana elastica è in grado di mantenere la temperatura e la pressione sanguigna nel corpo per rimanere normali (per un po') per impedire l'ebollizione del sangue. Nel frattempo, la tua saliva inizierà a bollire e ti brucerà la lingua.

5. Soffocamento dovuto all'ipossia

Quando sei nel vuoto, sarai completamente privato dell'ossigeno, ma non nel modo in cui potresti pensare. La condizione in cui una persona soffre di un'estrema mancanza di ossigeno è chiamata ipossia. Senza la pressione atmosferica della Terra, l'ossigeno nel sangue evaporerebbe e fuggirebbe dal tuo corpo. Di conseguenza, il tuo sistema cardiovascolare non funzionerà e il sangue non potrà essere inviato ai muscoli e ad altri organi vitali. Inoltre, questo effetto soffocante farà sì che la tua pelle inizi a diventare blu.

Affamato di ossigeno, il tuo cervello entrerà in modalità di spegnimento, proprio come un laptop, per risparmiare energia. Gli esseri umani possono rimanere coscienti per almeno 10-15 secondi se sperimentano questa condizione prima di perdere completamente conoscenza.

6. Trattenendo il respiro nello spazio, i tuoi polmoni possono esplodere

Un errore fatale che puoi commettere mentre vieni risucchiato da un'astronave senza alcuna protezione è: decidere di fare un ultimo respiro profondo e trattenerlo.

Potresti pensare che l'unico serbatoio d'aria ora immagazzinato nei tuoi polmoni potrebbe essere un vero toccasana. Piuttosto il contrario. Le valvole e i tubi a forma di gola non sono progettati per trattenere l'aria contro il vuoto. Trattenere il respiro nello spazio causerà un'esplosione di decompressione nei polmoni, proprio come quando un subacqueo risale rapidamente alla superficie dell'oceano. L'aria nei polmoni si espanderà notevolmente oltre i limiti di tolleranza delle pareti polmonari. In breve: i tuoi polmoni scoppieranno.

In momenti critici come questi, la cosa più saggia che puoi fare è continuare a espirare, per quanto possibile, per evitare il trauma di questa esplosione.

Sfortunatamente, se galleggi nello spazio per più di due minuti, il cervello che è già stato "chiuso" sarà seguito da un'insufficienza di altri organi interni a causa dell'estrema mancanza di ossigeno. Solo allora morirai congelato.

LEGGI ANCHE:

  • Sorridere può renderti felice, ecco la spiegazione medica
  • Ipervitaminosi: cosa succede se il tuo corpo ha un eccesso di vitamine?
  • Cosa succede al tuo corpo quando stai alzato fino a tardi